NAVIGA IL SITO

Poste Italiane e CDP approvano i nuovi termini sul risparmio postale

di Redazione Lapenna del Web 15 mag 2024 ore 15:39 Le news sul tuo Smartphone

poste-italianeI consigli di amministrazione di Cassa Depositi e Prestiti (CDP), in qualità di emittente, e di Poste Italiane, in qualità di distributore, hanno approvato il nuovo accordo sul risparmio postale per il triennio 2024-2026.

Il risparmio postale, garantito dalla Repubblica include libretti di risparmio postale per un totale di 92 miliardi di euro e buoni fruttiferi postali per un totale di 234 miliardi di euro.

Secondo i termini approvati, è previsto che la remunerazione annua per il servizio di raccolta e gestione di Buoni e Libretti da parte di Poste Italiane sia compresa tra un minimo di 1,6 miliardi di euro e un massimo di 1,9 miliardi di euro a fronte di obiettivi di raccolta netta concordati.

Le società hanno segnalato che la remunerazione minima potrà arrivare sino a 1,55 miliardi di euro, qualora, a fronte della messa a disposizione da parte di CDP di prodotti con caratteristiche promozionali, i risultati di raccolta netta siano inferiori a soglie predeterminate (ad esempio per il 2024 risulti inferiore a -12 miliardi di euro).

La remunerazione prevede, da una parte, i consueti obiettivi di raccolta netta su Buoni e Libretti e, dall’altra, una metodologia mista, in parte legata a commissioni up-front (differenziate per anno di emissione e tipologia del buono) e in parte a commissioni di gestione annue.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: cassa depositi prestiti , poste italiane