NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Poste Italiane, i conti dei primi 9 mesi del 2018

Poste Italiane, i conti dei primi 9 mesi del 2018

Poste Italiane ha chiuso i primi 9 mesi del 2018 con una crescita di tutti i suoi aggregati economico-finanziari. I conti sono in linea con gli obiettivi 2018 del piano strategico Deliver 2022

di Mauro Introzzi 8 nov 2018 ore 08:06

poste-italiane-logoPoste Italiane ha chiuso i primi 9 mesi del 2018 con una crescita di tutti i suoi aggregati economico-finanziari. I conti sono in linea con gli obiettivi 2018 del piano strategico Deliver 2022.

 

POSTE ITALIANE, CONTI 9 MESI 2018

Poste Italiane ha registrato nei primi 9 mesi del 2018 ricavi pari a 7,95 miliardi di euro, in crescita dello 0,7% rispetto ai primi 9 mesi del 2017 grazie a una crescita estesa a tutti i settori operativi e una più ridotta dipendenza da plusvalenze. Grazie a costi operativi in calo del 4,1% su base annua l’utile operativo ha raggiunto gli 1,5 miliardi di euro, in salita del 28,3% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso.

Il periodo si è così chiuso con un utile netto pari a 1,06 miliardi di euro, in crescita del 45,9% rispetto ai primi 9 mesi del 2017. L'utile per azione è pari a 0,809 euro dagli 0,554 euro di 12 mesi prima.

Secondo quanto evidenzia la nota della stessa Poste Italiane i conti “riflettono i progressi registrati verso la realizzazione degli obiettivi di Deliver 2022”.

 

POSTE ITALIANE, IL TERZO TRIMESTRE 2018

Il terzo trimestre si è chiuso con ricavi in salita del 5,3% a 2,52 miliardi, un risultato operativo in miglioramento del 38,6% a 456 milioni e un utile netto a 321 milioni, in crescita del 50% rispetto al bilancio dei primi 9 mesi del 2017. L'utile per azione sale così da 0,164 a 0,246 euro.

 

POSTE ITALIANE, AGGREGATI PATRIMONIALI A FINE SETTEMBRE 2018

Al 30 settembre 2018 il totale delle attività finanziarie totali risultava pari a 513 miliardi di euro, in rialzo di 7 miliardi rispetto a dicembre 2017, grazie ad una raccolta netta positiva di 6,8 miliardi, generata da prodotti vita, fondi di investimento e depositi.

Sempre a fine 2018 le disponibilità liquide e mezzi equivalenti erano pari a 2,06 miliardi dai 5,23 miliardi di fine settembre 2017.

 

POSTE ITALIANE, IL SOLVENCY II

Alla fine di settembre il Solvecy II (il coefficiente di solvibilità che indica la solidità patrimoniale di una compagnia) del gruppo era pari al 172% prima della rettifica per la volatilità.

Il valore si è abbassato fortemente dal 185% al 30 giugno 2018 e dal 279% al 31 dicembre 2017a causa dell’andamento dei titoli del debito pubblico italiani che hanno ridotto significativamente il valore del portafoglio titoli, pari a 78 miliardi di valore nozionale dei titoli di Poste Vita.

Secondo quanto indica Poste, a seguito delle recenti condizioni di mercato, sono state adottate alcune misure di gestione del capitale per rafforzare tale coefficiente. Esse prevedono una continuazione del contributo di PosteVita al dividendo di gruppo, 1,1mld in fondi propri accessori allocati come Tier 2 e attività per imposte differite. Dopo le azioni descritte il Solvency II su base proforma sarà di circa 210% fully loaded. Su base transitional il coefficiente è previsto al 230%.

Tutti gli articoli su: poste italiane , terzo trimestre 2018 Quotazioni: POSTE ITALIANE
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Con prestazione occasionale si intende una fattispecie di contratto attraverso il quale una parte assume l’altra a svolgere un determinato lavoro per un breve periodo di tempo Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »