NAVIGA IL SITO

Poste: i rating delle agenzie

In attesa degli analisti equity, che solitamente dopo un mesetto dall’esordio in borsa cominciano ad emettere giudizi e target price, ecco i rating delle agenzie su Poste Italiane

di Mauro Introzzi 14 ott 2015 ore 15:37

In attesa dei report degli analisti equity, che solitamente dopo un mesetto dall’esordio in borsa cominciano ad emettere giudizi e target price, è interessante analizzare i rating delle agenzie su Poste Italiane, che in questi giorni è in IPO per lo sbarco a Piazza Affari. A coprire il gruppo con un rating ci sono le 3 principali agenzie internazionali: S&P; Moody's e Fitch. Qualche rating anche per le controllate.

LEGGI ANCHE: IPO Poste Italiane, caratteristiche del collocamento

POSTE ITALIANE: IL RATING DI S&P, MOODY’S E FITCH
Standard & Poor’s ha su Poste un rating di lungo termine a “BBB-”,
un giudizio di breve “A-3” e un outlook stabile. Gli analisti dell’agenzia, che si sono pronunciati per l’ultima volta lo scorso 24 marzo 2015, hanno stigmatizzato lo stretto legame tra il rating sovrano e quello di Poste Italiane sulla base della probabilità “quasi certa” di supporto da parte dello Stato, dovuta al ruolo cruciale svolto dall’emittente per lo Stato Italiano e al legame integrale con l’azionista. Per queste ragioni l’agenzia ritiene possibile una riduzione del rating di Poste Italiane a seguito di una riduzione del rating della Repubblica Italiana o a causa di un indebolimento del legame con l’azionista o del ruolo svolto da Poste Italiane per lo Stato.

LEGGI ANCHE: Poste in Borsa, l'offerta riservata ai dipendenti


Moody’s ha invece un rating “Baa2” per il lungo termine, un giudizio “P-2” sul breve termine e un outlook stabile
. Al pari di Standard & Poor’s anche secondo Moody’s, il cui ultimo report di rating action è datato 18 febbraio 2014, c’è stretta correlazione tra il rating e l’outlook di Poste e quello dello Stato italiano. Di conseguenza ogni modifica del rating sovrano potrebbe risultare in un’analoga azione sul rating dell’Emittente. Moody’s sottolinea che il rating sovrano influenza il merito di credito dell’Emittente, anche per la significativa esposizione del Gruppo Poste in Titoli di Stato e per l’importanza dei Servizi Finanziari, le cui attività sono condizionate dallo scenario macroeconomico generale italiano.

Fitch, infine, ha un rating “BBB+” sul lungo termine e un “F2” sul breve termine, con un outlook stabile
. Anche secondo gli analisti di quest’ultima c’è una stretta connessione tra il rating dell’Italia e quello dell’Emittente. Fitch evidenzia la stabile profittabilità ed il modesto indebitamento di Poste Italiane. Per queste ragioni vengono indicate come possibili cause di abbassamento del rating un deterioramento inatteso della profittabilità o un più debole legame con lo Stato conseguente ad una cessione delle azioni dell’Emittente da parte dello Stato maggiore del 50%.

LEGGI ANCHE: IPO Poste Italiane, l'analisi dei dati di bilancio

RATING POSTE: GIUDIZI SU POSTE VITA

La divisione Poste Vita è coperta da un giudizio da parte dell’agenzia Fitch. Si tratta di un rating cosiddetto solicited, ovvero emesso su diretta richiesta da parte di Poste Vita. Il voto è “BBB+” con un outlook stabile. Secondo Fitch, Poste Vita svolge un ruolo strategico nell’ambito del gruppo, soprattutto sotto il profilo dei profitti.

RATING POSTE: GIUDIZI SU BANCA DEL MEZZOGIORNO
Banca del Mezzogiorno – MedioCredito Centrale è coperta da due agenzie: Moody’s e Standard & Poor’s.
Anche in questo caso, come per Fitch su Poste Vita, si tratta di rating cosiddetti solicited, ovvero emessi su diretta richiesta da parte di Banca del Mezzogiorno.
Moody’s ha un rating “Ba1” sul lungo termine e “N-P” sul breve (con outlook stabile) mentre Standard & Poor’s ha un rating “BB” sul lungo termine e “B” sul breve (con outlook negativo).

 

Tutte le ultime su: ipo poste italiane
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »