NAVIGA IL SITO

Possibile forte volatilità delle banche in caso di vittoria del "NO" al referendum - Swissquote

di Edoardo Fagnani 2 dic 2016 ore 14:24 Le news sul tuo Smartphone

banca_12Gli esperti di Swissquote hanno segnalato che, qualora prevalesse il "NO" nel referendum costituzionale italiano in programma il 4 dicembre, lunedì potremmo assistere a uno spike di volatilità sui titoli delle banche italiane che vedrebbero allontanarsi le possibilità di un bail-out (salvataggio a carico del sistema). "E’ ormai assodato che le banche italiane necessitano di un bail-out di circa 20 miliardi di euro per poter restare a galla", hanno evidenziato gli esperti.

Swissquote ritiene che, per quanto non vi siano dubbi che esista una questione di solvibilità per le banche italiane portata all’evidenza con la bancarotta delle quattro piccole banche lo scorso anno, è assai improbabile che Governo italiano ed europeo possano lasciare fallire qualche grosso istituto. "Ci sono già discussioni in corso sul fatto che Bruxelles stia proponendo un’offerta del 20-30% dei crediti inesigibili e, per quanto si tratti di un hair-cut notevole, per lo meno consentirebbe alle banche di liberare i libri contabili da queste zavorre", hanno puntualizzato gli esperti.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: swissquote , bancari

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »