NAVIGA IL SITO

Popolare di Sondrio, utile e dividendo in forte calo

di Edoardo Fagnani 26 mar 2013 ore 18:35 Le news sul tuo Smartphone
La Popolare di Sondrio ha chiuso il 2011 con un utile netto di 34,31 milioni di euro, in calo del 53,3% rispetto ai 73,5 milioni realizzati nell’esercizio precedente. Al contrario, il risultato di gestione si è attestato a 498,84 milioni di euro, in contrazione del 7,4% rispetto ai 538,56 milioni del 2011. In forte aumento, invece, il margine di intermediazione (+37,5%), passato da 720,34 milioni a 990,74 milioni di euro.
A fine 2012 il patrimonio netto era pari a 1,87 miliardi di euro, mentre il Tier 1 era pari al 7,59%. Sempre a fine 2012 gli impieghi alla clientela ammontavano a 25,31 miliardi di euro, in aumento del 6,9% rispetto al valore di inizio anno (23,67 miliardi). L’ammontare dei crediti deteriorati è cresciuto del 20,7% a 1,31 miliardi di euro.

Per l’esercizio in corso i vertici della Popolare di Sondrio prevedono un miglioramento del margine di interesse, mentre l’attività finanziaria sarà influenzata dall’andamento dei mercati.

Il management della banca ha proposto la distribuzione di un dividendo di 0,033 euro per azione, in calo rispetto agli 0,09 euro assegnati lo scorso anno. La cedola sarà staccata il 6 maggio e messa in pagamento il 9 maggio. Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.