NAVIGA IL SITO

Pirelli, i target finanziari per il 2024/2025

Pirelli ha rivisto al rialzo la politica dei dividendi che prevede nel 2025 la distribuzione di circa il 50% del risultato netto consolidato del 2024

di Redazione Soldionline 6 mar 2024 ore 13:38

pirelli-logoIn concomitanza con l'esame dei risultati finanziari del 2023, il consiglio di amministrazione di Pirelli ha approvato l’aggiornamento del piano industriale per il biennio 2024-2025, che rappresenta l’aggiornamento del piano industriale 2021-2022/2025 presentato il 31 marzo 2021 per tener conto del mutato e volatile scenario esterno che ha caratterizzato gli ultimi tre anni.

In particolare, la società punta a rafforzare la posizione sull’High Value, confermando il focus sulla profittabilità.

 

Nel dettaglio, i vertici prevedono per l'esercizio in corso ricavi compresi tra i 6,6 e i 6,8 miliardi di euro, in seguito a volumi complessivi compresi fra +1,5% e +2,5% con una crescita dell’High Value a livello “Mid-single-digit” (5% circa) e con un’ulteriore riduzione dell’esposizione sullo Standard.

Il margine Ebit adjusted è stimato compreso tra il 15% e il 15,5%, guidato dalla performance commerciale e dal price/mix, elementi che compenseranno gli impatti negativi derivanti dalle materie prime e dai cambi.

Il flusso di cassa netto ante dividendi è atteso tra gli 0,5 e gli 0,52 miliardi di euro, dopo investimenti pari a circa 400 milioni di euro (6% dei ricavi).

A fine 2024 l’indebitamento netto dovrebbe ridursi a 1,95 miliardi di euro.

 

Con riferimento al 2025 il management di Pirelli prevede ricavi compresi fra circa 6,8 e circa 7 miliardi di euro con volumi, price/mix e impatto cambi in leggero miglioramento rispetto alle stime per il 2024.

Il margine Ebit adjusted è stimato in ulteriore miglioramento al 16%, in quanto le efficienze lorde, pari a 140 milioni di euro nel 2024 e pari a 135 milioni nel 2025, compenseranno totalmente l’impatto dell’inflazione.

Il flusso di cassa netto ante dividendi è atteso tra gli 0,55 e gli 0,57 miliardi di euro, dopo investimenti pari a circa 0,42 miliardi di euro (6% dei ricavi).

A fine 2025 l’indebitamento netto dovrebbe ridursi ulteriormente a 1,6 miliardi di euro, pari a una volta l'EBITDA adjusted.

 

Gli investimenti cumulati nel biennio 2024 e 2025 saranno pari a circa 820 milioni di euro, con un rapporto sui ricavi stabile a circa il 6% come avvenuto nella prima fase di piano (2021-2023), e saranno destinati principalmente al miglioramento del mix, all’upgrade tecnologico e miglioramento della produttività, nonché alle misure legate al piano di sostenibilità.

 

Infine, in base alle prospettive di generazione di cassa Pirelli ha rivisto al rialzo la politica dei dividendi che prevede nel 2025 la distribuzione di circa il 50% del risultato netto consolidato del 2024 (40% il pay-out previsto dal precedente piano).

Tutte le ultime su: pirelli
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.