NAVIGA IL SITO

Pirelli: i conti dei primi nove mesi 2021. Rivisti al rialzo alcuni obiettivi

Il colosso degli pneumatici ha presentato i conti dei 9 nove mesi, che hanno evidenziato un netto recupero sul 2020. Rivisti al rialzo i target su ricavi e cassa dell'intero anno

di Mauro Introzzi 12 nov 2021 ore 11:32

pirelli_11Pirelli ha presentato i conti dei primi nove mesi del 2021. Risultati che hanno evidenziato un netto recupero rispetto all'anno passato, falcidiato dalla pandemia da Covid-19. Il management del colosso degli pneumatici ha rivisto al rialzo i target su ricavi e generazione di cassa dell'intero anno, confermando gli altri obiettivi.

 

Nel periodo gennaio-settembre 2021 i ricavi sono stati pari a 3,98 miliardi di euro, con una crescita del 28,6% rispetto ai primi nove mesi 2020 grazie al favorevole andamento della domanda di prodotti.

Il reddito operativo adjusted dei primi nove mesi dell'anno è stato pari a 598,8 milioni di euro, più del doppio rispetto ai 280,4 milioni dnel corrispondente periodo 2020, con un margine Ebit adjusted pari al 15%, in miglioramento rispetto al 9,1% dei primi nove mesi 2020 grazie al contributo delle leve interne (volumi, price/mix, efficienze) che ha più che compensato le negatività dello scenario esterno (materie prime, inflazione, impatto cambi).

Il periodo si è così chiuso con un risultato netto pari a 236,2 milioni di euro, in grande migliorameno rispetto a una perdita di 17,8 milioni di euro nei primi nove mesi 2020. Nel terzo trimestre 2021 il risultato netto è stato pari a 104,6 milioni di euro (83,9 milioni di euro nel terzo trimestre 2020).

 

A fine settembre 2021 la posizione finanziaria netta evidenziava un indebitamento di 3,71 miliardi di euro (dai 3,26 miliardi di fine 2020 e i 4,25 di fine settembre 2020.

 

Alla luce dello scenario di mercato e dei risultati conseguiti nei primi nove mesi, Pirelli ha rivisto al rialzo i propri target di ricavi e di generazione di cassa per il 2021, confermando tutti gli altri obiettivi per l’esercizio in corso. I ricavi sono visti tra i 5,1 e i 5,15 miliardi di euro (rispetto al precedente range 5-5,1 miliardi di euro) mentre l'ebit margin adjusted è stato confermato rispetto alle stime di agosto tra circa il 15% e circa il 15,5%. Su questa posta l’impatto delle materie prime – atteso in rialzo rispetto alle precedenti indicazioni  – e l’effetto cambi saranno più che compensati dal maggior contributo del price/mix.

La generazione di cassa netta ante dividendi è prevista in miglioramento tra 390 e 410 milioni di euro (tra 360 e 390 milioni di euro il target rivisto al rialzo in agosto), grazie alla performance operativa e alla gestione efficiente del capitale circolante.

Infine gli investimenti sono stati confermati rispetto alle previsioni di agosto e saranno pari a circa 330 milioni di euro, con la posizione finanziaria netta confermata a meno di 3 miliardi di euro.

Tutte le ultime su: pirelli , terzo trimestre 2021
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.