NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Piazza Affari e lo spread, le due facce della medaglia

Piazza Affari e lo spread, le due facce della medaglia

L’impatto di una riduzione dello spread sui titoli finanziari italiani potrebbe comportare una performance relativa dell’Italia migliore degli altri indici europei

di Edoardo Fagnani 5 set 2018 ore 14:42

Negli ultimi giorni si è allentata la pressione sui titoli di stato italiani: il rendimento del decennale è tornato sotto il 3%, mentre lo spread con il Bund tedesco è scivolato sotto i 260 punti.

 

Gli esperti di Intermonte SIM hanno evidenziato che negli ultimi giorni il mercato è arrivato a quotare l’Italia di fatto già alla stregua di non investment grade, alla luce del livello raggiunto sia dal Btp a 2 anni sia dal CDS a 5 anni, che al momento quota ad esempio molto vicino a quello del Sud Africa, paese con rating già junk bond.

 

percentuale-spreadSecondo gli analisti l’effetto rientro esagerazione sui BTP potrebbe continuare nei prossimi giorni fino almeno alla data della prossima riunione BCE del 13 settembre.

Due i motivi alla base di questa considerazione secondo Intermonte SIM.

  • Il forte rialzo dei tassi a breve non è stato accompagnato da un movimento di appiattimento altrettanto forte della curva dei Btp, segnale quest’ultimo di potenziale eccesso.
  • Il recupero dello spread sta avvenendo non solo verso Germania ma anche verso Spagna e Portogallo.

“Il recupero ipotizzato dello spread potrebbe emulare quanto accaduto a luglio ritornando temporaneamente nel breve vicino ai 200 punti base”, ha precisato Intermonte SIM.

 

Un ulteriore allentamento della pressione sui titoli di stato italiani potrebbe influenzare i mercati finanziari nei prossimi mesi?

Secondo Intermonte SIM, l’impatto di una riduzione dello spread sui titoli finanziari italiani (come sta accadendo nelle ultime sedute) potrebbe comportare una performance relativa dell’Italia migliore degli altri indici europei.

Tuttavia, secondo gli analisti, va considerato anche un contesto in cui l’andamento direzione dei listini potrebbe essere maggiormente influenzato in senso negativo ancora dal combinato disposto di crisi dell’area emergente e timore di ampliamento del tema dazi sulla Cina.

 

Sulla base di queste indicazioni Intermonte SIM ha provato a fornire una previsione sull’andamento dei mercati nelle prossime settimane.

Secondo gli esperti, la prima parte di settembre potrebbe essere più favorevole ai bond governativi mentre invece potrebbero essere ancora penalizzati i listini, soprattutto europei, meno quelli italiani grazie al maggior peso dei finanziari.

Da fine settembre e soprattutto in vista di ottobre, potrebbe esserci la rivincita delle borse, una volta digerito soprattutto il tema dazi e l’enfasi sulla crisi emergente, che in parte potrebbe rientrare dopo il piano di aiuti FMI all’Argentina (fine settembre) e le elezioni brasiliane (7 ottobre)”, hanno precisato gli analisti di Intermonte SIM, che ha aggiunto “l’ipotesi di un ottobre più positivo per le borse è anche supportata dalla favorevole stagionalità per il mese di ottobre”.

Gli esperti hanno posto attenzione soprattutto sugli ultimi giorni di ottobre, quando si pronunceranno sia Moody’s sia S&P sul rating relativo al debito sovrano dell’Italia.

Tutti gli articoli su: spread btp bund , mercato azionario
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Con prestazione occasionale si intende una fattispecie di contratto attraverso il quale una parte assume l’altra a svolgere un determinato lavoro per un breve periodo di tempo Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »