NAVIGA IL SITO

Piazza Affari: parte la caccia ai titoli con il debito «buono» (L'Economia - Corriere della Sera)

di Redazione Lapenna del Web 21 set 2020 ore 08:06 Le news sul tuo Smartphone

borsa_milanoIl Corriere della Sera segue il tema della ricerca del "debito buono" a Piazza Affari. Secondo quanto riportato dal quotidiano, i tassi bassi (che dovrebbero rimanere tali sul lungo periodo) favoriscono le attività che hanno chiesto prestiti sostenibili.

L'obiettivo, dunque, è quello di trovare un rendimento anche a fronte di livelli di leva finanziaria elevati, a patto che siano sostenibili. La reazione degli investitori di tutto il mondo sarebbe stata innescata dalla Fed e dalla sua storica decisione di rivedere l'approccio di politica monetaria rispetto all'inflazione e alla disoccupazione. Da qui, la ricerca delle società che hanno un forte debito ma che non hanno problemi a restituirlo, e le luci della ribalta su Piazza Affari.

Tra le più promettenti troviamo le aziende operanti nei settori utilities e telecomunicazioni. Il Corriere evidenzia che al momento la performance di queste aziende è superiore a quella di Piazza Affari che si muove in rosso di quasi 20 punti. I pochi segni negativi riflettono la scarsità di problemi strutturali di queste realtà, come per esempio Atlantia e Falck Renewables.

Le realtà più ambite rimangono nel settore utilities: Snam, Italgas, Terna, Hera, A2A, Enel sono tra le principali candidate al portafoglio degli investitori che vogliono cavalcare l'ondata di tassi bassi.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: piazza affari