NAVIGA IL SITO

Come è andato il debutto di NEXI a Piazza Affari?

di Edoardo Fagnani 16 apr 2019 ore 17:40 Le news sul tuo Smartphone

nexiCome è andata la prima seduta del titolo NEXI, che oggi ha debuttato a Piazza Affari? Non in modo positivo: le azioni della matricola hanno subito una flessione del 6,22% a 8,44 euro, rispetto ai 9 euro del prezzo di collocamento.

Elevati i volumi: nell'intera seduta sono passate di mano oltre milioni di azioni (poco più, quindi, di 500 milioni di euro di controvalore).

 

L'operazione di sbarco a Piazza Affari della società, specializzata nei pagamenti digitali, è avvenuta tramite un collocamento presso investitori istituzionali. La forchetta di prezzo iniziale era posta tra gli 8,5 e i 10,35 euro. Al termina delle contrattazioni odierna, quindi, la valorizzazione della società è scesa sotto al limite inferiore.

La capitalizzazione totale è quindi pari a meno di 5,4 miliardi di euro, contro i 5,7 miliardi della valorizzazione a 9 euro.

 

Nel corso della cerimonia di quotazione della società l’amministratore delegato di NEXI, Paolo Bertoluzzo, ha dichiarato che l’azienda valuterà ipotesi di crescita per linee esterne, nel caso si presentassero opportunità interessanti. Tuttavia, il manager ha precisato che al momento non c’è nulla sul tavolo, aggiungendo di non avere contatti con SIA.

 

L'operazione di collocamento della società era molto attesa: oltre ad essere la più grande dell'anno è stata la maggiore, verso gli investitori istituzionali, da vent'anni a questa parte. Per dimensioni, poi, la società potrebbe benissimo far parte del FTSEMib, il paniere dei principali titoli di Piazza Affari.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: nexi

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Cosa sono (e quali sono) le categorie catastali

Cosa sono (e quali sono) le categorie catastali

Le categorie catastali sono una classificazione degli immobili urbani che indica la destinazione d'uso degli immobili stessi. Ecco cosa e quali sono. E a cosa servono Continua »