NAVIGA IL SITO

Paura Covid e scandalo banche, tonfo delle Borse (Corriere della Sera)

di Redazione Lapenna del Web 22 set 2020 ore 07:43 Le news sul tuo Smartphone

borsa_milano La Borsa tasta il polso ai recenti focolai di Covid-19 scoperti con il restart di settembre, ed è subito paura. Contagi in aumento fanno pensare che l'Europa possa tornare sotto lockdown, a fronte anche dei blocchi di Israele, UK, Spagna e paure per Francia, Belgio, Libano. Negli USA, la pandemia ha mietuto quasi 200 mila vittime.

La nuova ondata di Coronavirus sarebbe potenzialmente letale per l'economia che, ricorda il pezzo del Corriere della Sera di Giuliana Ferraino, sarebbe in ripresa ormai solo dal terzo trimestre.

I listini hanno chiuso ieri in rosso. Francoforte, la peggiore, a -4,37%, Milano -3,75%, Parigi -3,74%. Anche Wall Street è rimasta sulla stessa linea: Dow Jones in calo dell'1,84%, e Nasdaq a -0,13% in recupero da -1,7%. In discesa anche il petrolio: la ripresa che rallenta ha congelato anche le transazioni di greggio. L'euro si è indebolito a 1,1744 sul dollaro, sintomo di gravi problemi economici nell'eurozona. Calano anche l'oro a 1.894 dollari l'oncia (-2,84%) e l'argento, che ha perso addirittura un 8,6%.

Nelle vendite, il settore più colpito è quello del credito, con titoli delle banche che pagano pegno a causa dell'incertezza e dell'investigazione sul riciclo di denaro dell'International Consortium of Investigative Journalists (gli stessi dei Panama Papers). Tra i principali indiziati ci sono Deutsche Bank, Bank of New York Mellon, Standard Chartered, Jp Morgan e Hsbc. Non ci sono quindi nomi italiani.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.