NAVIGA IL SITO

Open Fiber, l’offerta Macquarie valuta la rete oltre 5 miliardi (La Repubblica)

di Redazione Lapenna del Web 18 set 2020 ore 07:59 Le news sul tuo Smartphone

gruppo-timLa Repubblica analizza l'offerta vincolanta del fondo autraliano Macquarie per una quota di Open Fiber fatta pervenire ad Enel. Il valore di Open Fiber sarebbe di 7,3 miliardi di euro, 5 miliardi in considerazione dei 2 miliardi di debito, e quindi un'offerta di 2,65 miliardi per il 50% di proprietà di Enel.

L'amministratore delegato Francesco Starace, avrebbe detto di non avere fretta nel concludere la valutazione che, secondo quanto riportato dal quotidiano, avrebbe quantificato in un mese circa. L'offerta piuttosto cospicua sarebbe stata dettata dalla vittoria di Open Fiber contro Telecom Italia nella causa per le cosiddette aree bianche e per le possibili integrazioni con Tim in merito alla rete unica per la banda larga.

Nella partita giocherebbe un ruolo importante anche la Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) che, secondo il quotidiano, sarebbe interessata ad esercitare il suo diritto di prelazione sulle quote di Enel in Open Fiber quale altro socio al 50%.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: telecom italia , enel