NAVIGA IL SITO

Numtel, va di moda l’aumento di capitale frazionato

Le società del Nuovo Mercato lo chiamano aumento di capitale multitranche. In poche parole si tratta di un’operazione di ricapitalizzazione siglata con un istituto finanziario, attraverso cui quest’ultimo sottoscrive, in più riprese, un determinato quantitativo di titoli di nuova emissione. In questi ultimi mesi questa sorta di aumento di capitale differito sembra essere di moda tra le aziende quotate al Numtel. E per alcuni motivi piuttosto semplici.

di La redazione di Soldionline 17 dic 2004 ore 18:33

Il Nuovo Mercato chiude l'ottava in territorio negativo, a causa del ribasso messo a segno nella seduta di venerdì 17. Tra il 13 e il 17 dicembre l'indice Numtel ha lasciato sul terreno lo 0,31% a 1273 punti.

Le società del Nuovo Mercato lo chiamano aumento di capitale multitranche. In poche parole si tratta di un'operazione di ricapitalizzazione siglata con un istituto finanziario, attraverso cui quest'ultimo sottoscrive, in più riprese, un determinato quantitativo di titoli di nuova emissione.
In questi ultimi mesi questa sorta di aumento di capitale differito sembra essere di moda tra le aziende quotate al Numtel. E per alcuni motivi piuttosto semplici.
Innanzitutto, le società hanno la possibilità di diluire la ricapitalizzazione su un arco temporale piuttosto lungo (solitamente 12-36 mesi), minimizzando i rischi relativi all'incremento della volatilità che solitamente accompagna ogni operazione di aumento di capitale. Logicamente, data la durata ipotetica dell'operazione, la società che richiede nuove risorse, non deve trovarsi in una situazione di tensione finanziaria. In secondo luogo si annullano i rischi insiti un normale aumento di capitale, primo fra tutti, la possibilità che alcuni diritti di sottoscrizione non vengano esercitati. La ricapitalizzazione multitranche prevede come controparte un istituto bancario, che garantisce la sottoscrizione integrale delle singole tranche offerte. Da ultimo, ma non meno importante, le due controparti possono determinare di volta in volta il prezzo di ogni singola tranche. La società che offre le azioni potrà sfruttare un eventuale recupero del titolo per vendere le successive tranche a un prezzo maggiore e incrementare gli introiti; al contrario l'istituto che sottoscrive potrà beneficiare di un eventuale calo del titolo per acquistare le successive tranche a un prezzo minore e diminuire l'esborso complessivo.

L'ultima società in ordine temporale che ha sfruttato questo nuovo tipo di operazione è stata Kaitech (profilo, quotazioni). La società, nata dalla fusione tra CardNet Group e B2Bsolutions, ha siglato un accordo con Société Générale, attraverso il quale il colosso finanziario francese si è impegnato a sottoscrivere un aumento di capitale multitranche in favore dell'azienda quotata al Nuovo Mercato. L'ammontare dell'operazione non supererà i 20 milioni di euro e potrà essere effettuata nell'arco di 18 mesi a partire dalla fine del mese di gennaio, dopo che l'aumento di capitale sarà stato approvato dall'assemblea degli azionisti della società.
Ma per Sociétè Générale non si è trattato di un battesimo con questo tipo di operazione. Già lo scorso luglio il gruppo finanziario francese aveva siglato un accordo per procedere con un aumento di capitale multitranche da 10 milioni di euro con Poligrafica S.Faustino (profilo, grafico, quotazioni). A tutt'oggi Société Générale ha sottoscritto tre tranche di questo aumento di capitale permettendo alla società quotata al Nuovo Mercato di raccogliere poco più di 4 milioni di euro e portare il capitale sociale a 17 milioni di euro.

Ma a inaugurare la moda degli aumenti di capitale multitranche era stata Banca IMI, quando nell'estate del 2003 siglò un accordo con Mondo Tv (profilo, grafico, quotazioni) per la sottoscrizione di nuove azioni fino a un massimo di 40 milioni di euro. La prima tranche di questo aumento di capitale è stata sottoscritta da Banca IMI nel mese di settembre del 2003. Fino ad oggi l'istituto bancario ha sottoscritto otto tranche dell'aumento di capitale, per un controvalore complessivo di 18,5 milioni di euro.
A sua volta Banca IMI ha riproposto l'operazione a Buongiorno Vitaminic (profilo, grafico, quotazioni). L'istituto bancario e la società quotata al Nuovo Mercato nel mese di gennaio hanno firmato un accordo per sottoscrivere un aumento di capitale multitranche per massimi 25 milioni di euro. La prima parte delle nuove azioni è stata sottoscritta a fine aprile mentre una seconda tranche è stata completata inizio giugno. Complessivamente questa operazione ha portato nelle casse di Buongiorno Vitaminic 8,1 milioni di euro.

Un'ultima considerazione. E se questi istituti avessero sperimentato la novità dell'aumento di capitale multitranche sulle piccole aziende del Nuovo Mercato, per poi applicarla a qualche società più grande?

- Tabella - I 10 migliori e i 10 peggiori titoli della settimana al Nuovo Mercato

I migliori 10
della settimana...
...e i peggiori 10
della settimana
It Way
+9.77%
Art'è
-8.55%
Datamat
+5.12%
InferentiaFullsix
-6.27%
Cell Therapeutics
+4.68%
Tiscali
-5.99%
Engineering
+3.25%
El.En
-5.99%
Kaitech
+3.15%
Algol
-5.18%
Vicuron Pharmaceuticals
+2.64%
Euphon
-4.80%
Cdc
+1.99%
Acotel
-4.35%
Buongiorno Vitaminic
+1.67%
Txt e-Solutions
-3.82%
BB Biotech
+1.44%
Dada
-2.76%
CDB Web Tech
+1.33%
FastWeb
-1.83%

Tutte le ultime su: AllStars
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »