NAVIGA IL SITO

Npl, si tratta sulle nuove Gacs (MF)

di Mauro Introzzi 19 dic 2018 ore 07:45 Le news sul tuo Smartphone

banca-insegnaIl quotidiano finanziario scrive che le banche italiane avrebbero chiesto al ministero del Tesoro un prolungamento della garanzia pubblica sulle cartolarizzazione, la cosiddetta Gacs, oltre la scadenza del prossimo 6 marzo 2018. Molte cessioni di crediti deteriorati che gli istituti stanno organizzando sarebbero infatti favorite dalla garanzia statale, così com'è stato dal 2016 ad oggi.

"Quasi tutti gli istituti medio-grandi - ricorda MF - hanno fatto ricorso allo strumento per dismettere importanti portafogli a condizioni di prezzo migliorative rispetto a quelle registrate sul mercato". La Gacs, infatti, permette di avere un giudizio "investment grade" sulla tranche senior della cartolarizzazione, quella più sicura che solitamente viene acquistata dalla banca originator. Un elemento "di convenienza rispetto alle cessioni tout court ha dato una forte accelerazione alla dismissione di crediti deteriorati tra il 2017 e il 2018".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: bancari , npl
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Pensione di reversibilità 2019: chi ne ha diritto, importo e domanda

Pensione di reversibilità 2019: chi ne ha diritto, importo e domanda

La pensione di reversibilità spetta ai parenti stretti di un pensionato defunto. Anche nel caso in cui ne abbia maturato di diritti pur continuando a lavorare. Continua »