NAVIGA IL SITO

Nella Black List Consob entra anche Mediacontech

In forte miglioramento la posizione finanziaria di Cell Therapeutics. L’ammontare delle risorse disponibili della società biotech è balzato da 6,1 a 64,9 milioni di dollari

di Edoardo Fagnani 7 gen 2014 ore 11:11
Da regolamento di Borsa Italiana e secondo le direttive imposte dalla Consob, le società quotate sono obbligate trimestralmente a rendere pubblico l’andamento del proprio business e la situazione finanziaria. La relazione trimestrale è il documento che integra queste due informazioni.

Tuttavia, ad alcune delle società quotate a Piazza Affari, la Consob ha chiesto di fornire al mercato un'informazione con cadenza mensile sulla propria situazione aziendale e finanziaria. In pratica si tratta di quelle società che recentemente hanno evidenziato maggiori tensioni dal punto di vista finanziario.
Sono 33 le società all’interno della Black List. Da segnalare l’ingresso di Mediacontech. A fine novembre la società aveva contabilizzato un indebitamento di 44,5 milioni di euro. Ancora in aumento l’indebitamento di Seat Pagine Gialle che ha sfiorato gli 1,45 miliardi di euro. In leggera flessione, invece, l’indebitamento netto di Tiscali, che si è riportato a 194 milioni di euro. In forte miglioramento la posizione finanziaria di Cell Therapeutics. L’ammontare delle risorse disponibili della società biotech è balzato da 6,1 milioni a 64,9 milioni di dollari. La variazione è dovuta al pagamento anticipato di 60 milioni di dollari come previsto dall'accordo di licenza siglato con Baxter International per lo sviluppo e la commercializzazione dei Pacritinib.
In questa tabella sono elencate le società monitorate dalla Consob, con la rispettiva posizione finanziaria netta aggiornata mese per mese (dati in milioni di euro):

SOCIETA' PFN al 30 novembre 2013 PFN al 31 ottobre 2013 PFN al 30 settembre 2013
Aedes -426,98 -424,46 -424,40
Antichi Pellettieri -78,44 -78,11 -77,82
Arena -9,62 -9,62 -9,61
Beghelli -126,20 -127,30 -126,30
Bialetti Industrie -96,69 -97,42 -94,24
Biancamano -136,68 -140,06 -141,61
Brioschi -305,50 -301,60 -300,70
Cape Live -12,46 -13,12 -11,05
CDC -36,73 -34,54 -33,50
Cell Therapeutics
(in milioni di dollari)
64,89 6,06 12,71
Ciccolella -183,84 -176,57 -172,54
Cogeme SET -90,89 -92,67 -92,59
Crespi -131,61 -131,58 -135,33
Dmail Group -29,41 -29,09 -29,22
EEMS -30,55 -30,49 -30,17
Eukedos
(ex Arkimedica)
-34,06 -33,66 -34,89
Gabetti PS -52,76 -50,67 -54,20
Investimenti&Sviluppo -29,64 -30,07 -30,93
KREnergy -30,23 -29,22 -37,84
Mediacontech -44,45 -46,58 -46,65
Montefibre -8,40 -7,40 -5,60
Moviemax
(ex Mondo HE)
-26,15 -25,88 -25,27
Olidata -23,62 -24,42 -23,74
Pierrel -31,86 -31,61 -30,72
Prelios -370,33 -359,13 -358,13
RDB -50,50 -50,00 -52,00
Screen Service -40,98 -40,84 -41,42
Seat Pagine Gialle -1.447,78 -1.443,26 -1.433,62
Sintesi
(ex Yorkville BHN)
-43,25 -41,93 -42,55
Sopaf -110,51 -110,45 -110,59
TAS -12,86 -13,35 -12,09
Tiscali -194,32 -196,25 -184,70
Zucchi -112,46 -111,94 -108,90


Dati aggiornati al 7 gennaio 2014
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.