NAVIGA IL SITO

MPS, dismissioni in rampa di lancio?

Si apre la stagione delle dismissioni per Monte dei Paschi di Siena? I vertici starebbero pensando di cedere il 60% di Biverbanca e almeno 150/200 sportelli di Antonveneta

di Mauro Introzzi 5 giu 2012 ore 14:07
Si apre la stagione delle dismissioni per Monte dei Paschi di Siena? Mentre sembra che nel corso del consiglio d’amministrazione in programma in queste ore si parlerà della cessione del 60% di Biverbanca la stampa riporta che Rocca Salimbeni potrebbe presto vendere numerosi sportelli di Antonveneta.

Secondo quanto riportato dal Sole24Ore in edicola questa mattina l’istituto senese starebbe pensando di cedere tra 150 e 200 filiali Antonveneta delle 450 in suo possesso. Al dossier sarebbero interessate i tedeschi di Deutsche Bank e i franco italiani di Bnl (del gruppo Bnp Paribas). Secondo il quotidiano gli sportelli in vendita potrebbero essere valutati tra i 3 e i 4 milioni di euro l’uno. Quindi nelle casse di Monte dei Paschi potrebbero arrivare, da Antonveneta, tra i 450 e gli 800 milioni di euro.
L’operazione di cessione di Biverbanca, invece, potrebbe fruttare circa 200 milioni di euro. Nel corso della riunione di oggi il consiglio d’amministrazione dovrebbe esaminare le offerte ricevute per la partecipazione del 60,42% nel gruppo degli istituti piemontesi. Un asset che, secondo i ben informati, suscita l’interesse di Cassa di Risparmio di Asti, di Fondazione Cr Biella e Cr Vercelli (che già possiedono il 33,44% di Biverbanca) e della Popolare di Vicenza.

La cessione dei due asset, se venissero confermati i multipli che circolano, permetterebbe alla banca di incamerare quel miliardo di euro necessari a soddisfare le richieste dell'Eba, l'authority bancaria europea.

Numerosi i commenti arrivati dagli analisti. Secondo quelli di Mediobanca, che hanno confermato il rating “neutrale” e il target price di 0,45 euro, le stime sulla valorizzazione delle filiali di Antonveneta sono decisamente generose considerando che attualmente la borsa riconosce a MPS un valore di un milione per ogni filiale. Se il prezzo di cessione fosse di 2 milioni di euro per ogni filiale la vendita degli sportelli Antonveneta genererebbe una plusvalenza netta di 200 milioni e un incremento del Core Tier 1 di circa 20 punti base.
Gli analisti di Kepler hanno analizzato le due operazioni e confermato il rating “hold” (mantenere) con un target price di 0,24 euro. Secondo Kepler le due cessioni non basteranno ad azzerare il fabbisogno di capitale in ottima Eba. Le due vendite, insieme a quella di altri 50 sportelli, farebbero scendere il fabbisogno a 600 milioni di euro.
Banca Imi, infine, ha confermato il suo “hold” (mantenere) e il prezzo obiettivo di 0,3 euro confermati.


Tutte le ultime su: monte dei paschi di siena
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.