NAVIGA IL SITO

Mondadori, i conti del primo semestre 2020

di Mauro Introzzi 30 lug 2020 ore 14:48 Le news sul tuo Smartphone

gruppo-mondadoriMondadori (ndr: editore tramite Mondadori Media anche di SoldiOnline.it) ha diffuso i conti della prima metà del 2020. Il periodo, caratterizzato dagli effetti derivanti dall’emergenza legata alla diffusione del Covid-19, si è chiuso con ricavi pari a a 288,9 milioni di euro, in calo del 24% rispetto ai 380 milioni di euro dello stesso periodo del 2019. Se si sterilizza la variazione di perimetro dell’area Media avvenuta nel 2019, la contrazione si attesta al 22,2% ed è sostanzialmente riconducibile agli effetti del Covid-19.

Il margine operativo lordo adjusted è stato pari a 11 milioni di euro, rispetto ai 21,8 milioni di euro dell’anno precedente. Anche per questa posta la contrazione riflette sostanzialmente le conseguenze del Covid-19 nonché i primi effetti positivi delle azioni di contrasto poste in atto dal gruppo, con interventi di riduzione dei costi pari a complessivi 31,8 milioni di euro. Il reddito operativo IFRS 16 è stato negativo per 17,2 milioni di euro, in calo di -19,3 milioni di euro rispetto al 30 giugno 2019.

Il semestre si è chiuso con una perdita di 25 milioni di euro, rispetto al rosso di 1,9 milioni di euro del primo semestre 2019.

 

A fine giugno l’indebitamento netto (ante IFRS16) era pari a 130,1 milioni di euro, dai 204,2 milioni del 30 giugno 2019 anche in virtù dei proventi (62,8 milioni di euro) derivanti dalla cessione di Mondadori France nonché della positiva generazione di cassa ordinaria registrata negli ultimi 12 mesi (36,7 milioni di euro al netto delle attività dismesse). La posizione finanziaria netta IFRS 16 è negativa per 219,5 milioni di euro.

 

Sulla base dello scenario attuale, il gruppo stima ricavi in contrazione tra il 16% e il 18% rispetto al 2019, anche in ragione dell’evoluzione dei diversi business; un EBITDA margin (adjusted) saldamente a doppia cifra (pari a circa l’11%-12%) e una generazione di cassa positiva, sebbene in contrazione rispetto al passato.

L’evoluzione dell’indebitamento finanziario del gruppo a fine periodo dipenderà dall’ammontare dei costi di ristrutturazione che verranno finanziati con il flusso di cassa ordinario, con una stima di posizione finanziaria netta di gruppo in ogni caso non superiore ai -55,4 milioni di euro al 31 dicembre 2019.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: mondadori , primo semestre 2020