NAVIGA IL SITO

Mondadori, i conti dei primi 9 mesi del 2021

di Mauro Introzzi 12 nov 2021 ore 16:01 Le news sul tuo Smartphone

gruppo-mondadoriMondadori (editore, tra gli altri, anche di SoldiOnline.it) ha chiuso i primi 9 mesi del 2021 con ricavi pari a 588,9 milioni di euro, in salita dell'8,7% rispetto ai 541,9 milioni di euro dello stesso periodo del 2020. Il margine operativo lordo adjusted è stato pari a 85 milioni di euro, in incremento di 14 milioni (il 19,8%) rispetto a i 71 milioni di euro registrati al 30 settembre 2020.

Il periodo compreso tra gennaio e settembre si è così chiuso con un risultato netto del gruppo, dopo la quota di pertinenza di terzi, positivo per 49,4 milioni di euro. Una posta che evidenzia un significativo incremento, di 31,4 milioni di euro, rispetto ai 18 milioni di euro dei primi nove mesi del 2020.

 

A fine settembre la posizione finanziaria netta ante IFRS16 evidenziava un indebitamento di 27,3 milioni di euro, in contrazione di 55 milioni di euro rispetto agli 82,3 milioni di euro del 30 settembre 2020 per effetto della rilevante generazione di cassa ordinaria registrata negli ultimi 12 mesi (70,7 milioni di euro, comprensivi degli esborsi relativi agli oneri finanziari e alle imposte).

 

Sulla base di queste risultanze e delle prospettive dei business in cui opera la società, i vertici di Mondadori hanno deciso di alzare alcune stime sull'esercizio in corso. I ricavi consolidati sono ora attesi in crescita single-digit (dalla precedente attesa di low single-digit). Il margine operativo lordo adjusted, in termini percentuali, è previsto collocarsi oltre il 13% dei ricavi consolidati (dalla precedente stima di EBITDA margin al 12%) e quindi risultare superiore a 100 milioni di euro. Il risultato netto dell’esercizio 2021 è confermato in forte crescita per effetto del miglioramento della gestione operativa nonché degli effetti positivi non ricorrenti derivanti dal riallineamento fiscale dell’attivo immateriale già contabilizzato.

Variate anche alcune stime sulla struttura finanziaria. La posizione finanziaria netta del gruppo, grazie a migliori prospettive sui flussi di cassa è prevista a fine anno positiva per circa 35 milioni di euro.

Come già anticipato, la solidità finanziaria raggiunta dal gruppo ha creato le condizioni per il ritorno a una politica di remunerazione degli azionisti a partire dal 2022 (a valere sul risultato netto dell’esercizio 2021).

Le suddette previsioni, elaborate sulla base dell’attuale perimetro, potranno essere aggiornate in occasione del perfezionamento dell’operazione di acquisizione di De Agostini Scuola.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: mondadori , terzo trimestre 2021