NAVIGA IL SITO

Un modello spagnolo per le Bcc (MF)

di Edoardo Fagnani 13 feb 2015 ore 08:26 Le news sul tuo Smartphone

banca3MF ha analizzato la situazione degli istituti cooperativi italiani e delle casse rurali. Secondo Carmelo Barbagallo, capo del dipartimento di vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia, questi istituti soffrono di debolezze congiunturali e strutturali, che si concretizzano costi elevati ed eccessive sofferenze sui crediti. Di conseguenza, Barbagallo ha evidenziato la necessità di una riforma del sistema, proponendo un nuovo modello ispirato a quello spagnolo o tedesco.
In particolare, il modello iberico prevede la quotazione in borsa della capogruppo, che abbia il compito di “svolgere le finzioni di istituti centrale della categoria”. Inoltre, questa banca sarà partecipata dagli istituti cooperativi appartenenti al gruppo.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: bankitalia