NAVIGA IL SITO

Milano, neppure un piccolo rimbalzo

Sotto i riflettori i bancari, dopo i pesanti ribassi subiti ieri. Come anticipato nelle scorse ore, l’agenzia Moody’s ha tagliato il rating di 28 istituti di credito spagnoli

di Edoardo Fagnani 26 giu 2012 ore 16:10
Giornata all’insegna della debolezza per Piazza Affari e per le principali borse europee, dopo i pesanti ribassi subiti nella seduta di ieri. Riflettori accesi sulle aste dei titoli di stato italiani, in particolare sul CTZ. Il titolo ha evidenziato un nuovo aumento del rendimento (oltre il 4,7%), mentre la domanda è stata discreta. In forte salita anche i saggi offerti dai titoli di stato spagnoli con scadenza a 3 e 6 mesi.
Il FTSEMib registra un minimo ribasso dello 0,07%, mentre il FTSE Italia All Share è in calo dello 0,08%. Segno meno anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,71%) e il FTSE Italia Star (-0,71%).

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB


Sotto i riflettori i bancari, dopo i pesanti ribassi subiti ieri. Come anticipato nelle scorse ore, l’agenzia Moody’s ha tagliato il rating di 28 istituti di credito spagnoli.
Monte dei Paschi di Siena registra una flessione del 2,14% a 0,197 euro, dopo alcune sospensioni per eccesso di ribasso. Oggi si riunirà il consiglio di amministrazione, convocato anche per l’esame del Piano di Impresa 2012-2015. Secondo le prime indicazioni il management avrebbe dato l’ok alla sottoscrizione di nuovi Tremonti Bond, con l’obiettivo di rafforzare la struttura patrimoniale.
IntesaSanpaolo recupera l'1,19% a 0,981 euro. Gli analisti di Equita sim hanno ridotto da 1,6 euro a 1,4 euro il target price sull’istituto, in seguito alla riduzione della stima sull’utile per l’esercizio in corso. Tuttavia, gli esperti hanno ribadito l’indicazione di acquisto delle azioni.

Enel guadagna l’1,28% a 2,366 euro. Secondo quanto scritto su MF il colosso russo Gazprom sarebbe interessato a rilevare la centrale belga di Marcinelle, attualmente di proprietà del colosso elettrico italiano. Intanto, gli analisti di Bank of America hanno migliorato il giudizio su Enel, portandolo da “Underperform” (farà peggio del mercato) a “Neutrale”, segnalando che il titolo ha scontato buona parte dei fattori negativi. Gli esperti hanno anche migliorato da 2,45 euro a 2,65 euro il prezzo obiettivo.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.