NAVIGA IL SITO

Milano brilla: effetto Letta

Oggi il neo premier si presenterà alla Camera per ottenere la fiducia. Riflettori accesi sull’asta dei titoli di stato italiani: oggi saranno collocati Btp con scadenza a 3 e 5 anni

di Edoardo Fagnani 29 apr 2013 ore 09:35

Avvio di settimana decisamente positivo per Piazza Affari, grazie alla formazione del nuovo governo guidato da Enrico Letta. Oggi il neo premier si presenterà alla Camera per ottenere la fiducia. Riflettori accesi sull’asta dei titoli di stato italiani: oggi saranno collocati Btp con scadenza a 3 e 5 anni. Intanto, l’agenzia Moody’s ha confermato il rating sul debito sovrano dell’Italia, dopo che Enrico Letta ha presentato la lista dei ministri del nuovo governo. Tuttavia, gli esperti hanno rivisto al ribasso la stima sul pil italiano nell’esercizio in corso, che dovrebbe scendere dell’1,8%. Inoltre, le prospettive sul rating per i prossimi trimestri restano “negative”.
Il FTSEMib sale dell’1,8%, mentre il FTSE Italia All Share guadagna l’1,64%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,72%) e il FTSE Italia Star (+0,51%).
Indici nervosi a Wall Street nell’ultima seduta della scorsa settimana. Il Dow Jones ha registrato un minimo progresso dello 0,08% a 14.713 punti. In rosso, invece, l’S&P500 (-0,2% a 1.582 punti). Performance simile per il Nasdaq, che è sceso dello 0,33% a 3.279 punti. Molto bene Apple (+2,2%). Il titolo ha beneficiato della manovra di acquisto di azioni proprie da 60 miliardi di dollari annunciata nei giorni scorsi.
Oggi la borsa di Tokyo è rimasta chiusa per festività.
L’euro ha sfiorato gli 1,31 dollari, in attesa della diffusione di alcuni importanti dati macroeconomici in Europa e negli Stati Uniti. L’oro è salito a 1.475 dollari.

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB

Avvio di giornata positivo per i bancari.
Monte dei Paschi di Siena sale del 2,11% a 0,2077 euro. In giornata si riunirà l’assemblea degli azionisti dell’istituto toscano per l’approvazione del bilancio del 2012. Secondo quanto scritto sul Il Sole24Ore nel week-end, Monte dei Paschi di Siena potrebbe valutare la possibilità di cedere le controllate estere. Le prime a essere cedute potrebbero essere le filiali detenute in Francia e in Belgio.
La Popolare di Milano registra una flessione dell’1,52% a 0,5195 euro. Sabato l’assemblea degli azionisti della banca ha approvato il bilancio del 2012.
IntesaSanpaolo è in rialzo del 2,95% a 1,398 euro. Gli analisti di Société Générale hanno migliorato il giudizio sull’istituto, portandolo da “Sell” (vendere) a “Hold” (mantenere). La stessa banca d’affari ha peggiorato il rating su Unicredit (+2,35% a 4,01 euro) e ora consiglia di vendere le azioni, sulla base di un nuovo prezzo obiettivo di 3,6 euro. Gli esperti hanno anche tagliato le stime sull’utile per azione per il triennio 2013/2015.

Fiat guadagna l’1,62% a 4,77 euro. Oggi si riunirà il consiglio di amministrazione del gruppo del Lingotto per l’approvazione dei risultati del primo trimestre. Gli analisti prevedono un utile netto di 150 milioni di euro, mentre il risultato operativo dovrebbe aver raggiunto i 720 milioni. A fine marzo l’indebitamento netto industriale dovrebbe essersi attestato a 7,15 miliardi di euro.

Fondiaria-SAI balza del 3,18% a 1,623 euro. In giornata si riunirà l’assemblea degli azionisti della compagnia assicurativa per l’approvazione del bilancio del 2012.
Unipol è in rialzo dello 0,83% a 2,68 euro. CorrierEconomia, l’inserto del lunedì del Corriere della Sera, ha spiegato che la compagnia cederà Milano Assicurazioni. L'ex "gioiellino di casa Ligresti" verrà divisa e posta in vendita separatamente, in due lotti. Da una parte Liguria Assicurazioni e una parte di Milano, dall'altra la restante parte di Milano Assicurazioni unitamente a Sasa. Le prime manifestazioni di interesse sono già state raccolte ed entro l'estate si attendono le offerte non vincolanti.


RcsMediaGroup sulle montagne russe (-1,19% a 0,75 euro). Il consiglio di amministrazione della società editoriale ha approvato gli aumenti di capitale che saranno lanciati nei prossimi mesi, per un ammontare massimo di 600 milioni di euro. Lo stesso CdA ha preso atto che i soci DI.VI. Finanziaria di Diego Della Valle, Dorint Holding ed Edizione S.r.l. hanno manifestato alla società la loro indisponibilità ad approvare l’operazione di ricapitalizzazione.

Atlantia sale dell’1,28% a 13,42 euro. Milano Finanza ha riportato i dati del nuovo gruppo che nascerà dalla fusione tra la concessionaria autostradale e Gemina. Sulla base dei risultati del 2012 il nuovo aggregato dovrebbe contare su ricavi iniziali per 4,6 miliardi di euro e un margine operativo lordo di 2,6 miliardi, che potrebbe crescere a 2,9 miliardi nell’esercizio in corso.

Finmeccanica guadagna l’1,98% a 3,82 euro. Morgan Stanley ha peggiorato ad “Underweight” (sottopesare) il rating sulla società aeronautica.

STM è in rialzo dell’1,8% a 6,52 euro. Goldman Sanchs ha alzato da 8 euro a 8,35 euro per azione la valutazione sul gruppo italofrancese. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Hold” (mantenere).

Luxottica guadagna l’1,81% a 40,52 euro. Oggi si riunirà l’assemblea degli azionisti per l’approvazione del bilancio del 2012 e il consiglio di amministrazione del gruppo per l’esame dei risultati del primo trimestre.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.