NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Mediobanca analizza Anima Sgr

Mediobanca analizza Anima Sgr

Gli analisti di Mediobanca, in uno studio del 10 novembre, valutano positivamente i dati di Anima Sgr. Così gli esperti hanno confermato il loro "outperform", con un target price di 3,60 euro per azione.

di Valentina Besana 13 nov 2006 ore 15:11
La società
Nata nel 1983 con il nome Sogestim Spa, la società viene rilevata nel 1994 da un gruppo di imprenditori-gestori che ne cambia la denominazione sociale in Anima S.g.r.p.a. Fra il gruppo di imprenditori faceva parte anche Alberto Foà, attuale amministratore delegato di Anima. Nel 1999 viene rilevata dal Gruppo Banco Desio. Dopo la quota ceduta a Koine nel marzo 2004, l'attuale scomposizione nelle partecipazioni in Anima vede la presenza di Koiné srl appunto per il 27,27% del capitale sociale, mentre il restante 72,73% è ancora in mano al gruppo bancario Banco Desio. Attualmente Anima conta un patrimonio di gestione di circa 7 miliardi di euro (dato riferito al 30 giugno 2005) su cui la società applica uno stile di gestione attivo volto al realizzo di performance superiori al benchmark nel medio-lungo periodo, con uno stile di investimento value/contrarian (investimenti in mercati, settori e titoli sottovalutati). Anima non dispone di una propria rete di distributori, ma si affida per tale compito a diverse Sim ed istituti di credito (per un totale di 89 accordi di distribuzione al 30 giugno 2005). Da segnalare che il 16/17% delle masse gestite è stato collocato dal Banco di Desio. I vertici di Anima hanno precisato che è retrocesso alle banche più del 90% delle commissioni di ingresso e il 60-65% delle commissioni di gestione. La clientela della società è prevalentemente privata; al 30 giugno 2005 i clienti erano circa 160mila. I ricavi del gruppo arrivano da tre fonti: le commissioni di entrata, alla sottoscrizione del fondo di investimento, le commissioni di gestione del patrimonio e le commissioni di performance, contabilizzate all'inizio di ogni mese. Queste ultime sono quelle soggette a maggiore variabilità.

I conti del primo semestre
Le masse gestite al 30 giugno 2006 ammontano a 7,4 miliardi di euro, con un aumento del 4,8% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente e una diminuzione del 2,9% rispetto al 31 dicembre 2005. L'ebitda è arrivato a quota 18,1 milioni di euro, contro un dato del primo semestre 2005 fermo a 9,6 milioni di euro. L'ebit si è attestato invece a 17,9 milioni di euro, mentre l'utile lordo è stato pari a 18,3 milioni. Le commissioni attive totali sono state di 52,9 milioni e quelle totali nette a 24,9 milioni. Infine la posizione finanziaria netta è stata positiva per 33 milioni di euro.

L'analisi di Mediobanca
Gli analisti di Mediobanca, in un'analisi datata 10 novembre, valutano positivamente i dati di Anima. Le commissioni di gestione sono lievitate del 21% grazie anche all'aumento dei margini sulle stesse, e in percentuale media alle masse gestite, sono lievitate dello 0,33% (nei primi nove mesi del 2005 il dato era lievitato dello 0,29%). Questo incremento, secondo gli analisti, è dovuto principalmente a minori costi delle commissioni e ad un mix differente di distributori. I profitti al netto delle commissioni di performance hanno evidenziato un aumento dell'11%: tutto ciò sottolinea che i profitti sono resistenti anche in questo momento in cui le spese hanno subito un'impennata. Mediobanca ritiene che le azioni continueranno a beneficiare del momento positivo generato dalla forte crescita del profitto, che dovrebbe riflettersi anche in un buon dividendo per azione. Per il 2006 il dividend per share dovrebbe attestarsi a 20 centesimi di euro, che ai prezzi attuali implica una cedola al 6,4%. Le stime di Mediobanca sono basate sull'organizzazione attuale della società, ma se la società dovesse finalizzare l'acquisizione di DWS (i fondi di Deutsche Bank), allora il dividendo potrebbe diminuire. Rating "outperform" (farà meglio del mercato) confermato e target price a 3,60 euro per azione.


Per commenti, critiche e suggerimenti scrivete a:
sarahpiglia@soldionline.it


Leggi le precedenti analisi

Leggi tutte le raccomandazioni di Piazza Affari

Quotazioni: MEDIOBANCA ANIMA SGR
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Rdc 2019: a chi spetta e i requisiti per ottenere il Reddito di cittadinanza

Rdc 2019: a chi spetta e i requisiti per ottenere il Reddito di cittadinanza

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 1° marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal mese di aprile Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »