NAVIGA IL SITO

Male la Popolare dell’Emilia Romagna, alla vigilia dell'aumento di capitale

di Edoardo Fagnani 20 giu 2014 ore 17:52 Le news sul tuo Smartphone
La Popolare dell’Emilia Romagna ha ceduto il 4,42% a 7,35 euro. Il consiglio di amministrazione della banca ha fissato le condizioni definitive dell’aumento di capitale, deliberando di emettere massime 145.850.334 nuove azioni, da offrire in opzione agli aventi diritto al prezzo di 5,14 euro per azione, nel rapporto di 7 nuove azioni ogni 16 titoli posseduti. Il controvalore massimo dell’offerta sarà pertanto pari 749,67 milioni di euro. Il prezzo di sottoscrizione rappresenta uno sconto pari a circa il 26,5% rispetto al prezzo teorico ex diritto calcolato al prezzo di chiusura del 19 giugno 2014 (7,8005 euro).
Intanto, gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno ridotto da 7,4 euro a 6,9 euro il target price sulla Popolare dell’Emilia Romagna, in seguito alla riduzione delle stime sull’utile per azione i prossimi esercizi.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: banca popolare emilia romagna