NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Aumento capitale Anima Holding, le caratteristiche

Aumento capitale Anima Holding, le caratteristiche

Le risorse derivanti dall’aumento di capitale sono destinate al rimborso di parte del debito contratto per l’acquisizione di Gestielle SGR (circa 250 milioni)

di Edoardo Fagnani 26 mar 2018 ore 10:22

Anima Holding ha lanciato un aumento di capitale per un ammontare di quasi 300 milioni di euro.

 

L'operazione prevede l'emissione di massime 71.898.869 azioni ordinarie, da offrire in opzione agli azionisti, nel rapporto di 7 nuove azioni ogni 30 azioni ordinarie possedute, a un prezzo unitario pari a 4,17 euro, per un controvalore complessivo di 299,82 milioni di euro.

Il prezzo di sottoscrizione rappresenta uno sconto sul theoretical ex right price – TERP (calcolato sulla base del prezzo di chiusura del 21 marzo 2018), pari al 27,3%.

 

anima-sedeAnima Holding ha precisato che le risorse derivanti dall’aumento di capitale sono destinate al rimborso di parte del debito contratto per l’acquisizione di Gestielle SGR (circa 250 milioni) e, per l’importo residuo (circa 50 milioni) al pagamento di parte del corrispettivo dovuto a Banco BPM per il prospettato trasferimento delle attività di gestione in delega.

 

Anima Holding ha aggiunto che i proventi derivanti dall’aumento di capitale, in caso di integrale sottoscrizione, al netto degli oneri relativi alla realizzazione dell’operazione, sono stimati pari a 289,3 milioni di euro, in conseguenza a spese per massimi 10,5 milioni di euro.

Inoltre, il management ha ricordato che gli azionisti che decidessero di non sottoscrivere l’offerta per la parte di loro competenza vedranno diluita la propria partecipazione sul capitale; la percentuale massima di diluizione (calcolata ipotizzando l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale) sarà pari al 18,9%.

 

Anima Holding ha comunicato che è stato sottoscritto il contratto di garanzia relativo all’operazione.

Inoltre, BancoBPM, Poste Italiane e alcuni manager hanno assunto l’impegno a esercitare i diritti di opzione spettanti.

 

Di seguito le caratteristiche dell'aumento di capitale di Anima Holding:

 

AUMENTO CAPITALE ANIMA HOLDING
   
Numero massimo di azioni ordinarie emesse 71.898.869
Controvalore complessivo dell'operazione 299.818.284 euro
Numero azioni alla data del prospetto 308.138.023
Numero azioni in caso di integrale sottoscrizione 380.036.892
Prezzo di sottoscrizione 4,17 euro
Sconto su prezzo teorico ex diritto calcolato alla chiusura del 21 marzo (5,78 euro) 27,30%
Rapporto di assegnazione 7 nuove azioni ordinarie per ogni 20 azioni
ordinarie possedute
Percentuale di nuove azioni su totale azioni ordinarie ante aumento 23,33%
Capitale sociale in caso di integrale sottoscrizione 7.291.810 euro 
   
Prezzo di chiusura delle azioni di venerdì 23 marzo 5,77 euro
Valore di rettifica delle azioni 0,94753853
Prezzo dell'azione all'avvio dell'aumento di capitale 5,465 euro
Prezzo dei diritti all'avvio dell'aumento di capitale 0,3028 euro
Codice ISIN diritti azioni IT0005325862
   
Inizio aumento capitale lunedì 26 marzo 2018
Termine quotazione diritti venerdì 6 aprile 2018
Termine aumento di capitale giovedì 12 aprile 2018
Comunicazione dei risultati dell’Offerta Entro 5 giorni dal termine del periodo di opzione
Assegnazione delle azioni Al termine del periodo di opzione
   
Consorzio di garanzia SI
Global Coordinator Mediobanca
Merrill Lynch International
Banca Akros
MPS Capital Services
Impegni di sottoscrizione BancoBPM (per la quota di competenza: 14,27%)
Poste Italiane (per la quota di competenza: 10,04%)
Manager (per la quota di competenza: 0,51%)
Tutti gli articoli su: anima holding , aumenti di capitale Quotazioni: ANIMA HOLDING ANIMA HOLDING AXA
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia rappresenta il documento che attesta la temporanea impossibilità al lavoro. È redatto dal medico curante, il quale provvederà a inviarlo all’INPS Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »