NAVIGA IL SITO

Labriola: «Tim, dopo 21 trimestri l’Italia va. E nel risiko tlc sarà cacciatrice» (Il Sole24Ore)

di Redazione Lapenna del Web 3 ago 2023 ore 09:00 Le news sul tuo Smartphone

telecom-italia-timFabio Tamburini per Il Sole24Ore ha intervistato Pietro Labriola, amministratore delegato di Telecom Italia TIM, a un anno di distanza dall'ultimo colloquio avvenuto con il quotidiano in un periodo caratterizzato da circostanze difficili, sia per l’andamento del mercato sia per le relazioni burrascose tra gli azionisti. A pochi giorni dalla pubblicazione dei risultati del primo semestre 2023, Labriola dichiara che "Se porteremo a casa i risultati previsti nel 2023, e siamo sulla buona strada, saremo il primo management di Tim in 12 anni ad avere centrato le previsioni per due anni consecutivi".

L'obiettivo di Labriola è stato innanzitutto quello di riguadagnare la fiducia di tutti gli stakeholder: analisti, investitori, azionisti ma anche ai sindacati e ai nostri manager e dipendenti attraverso la generazione di più valore e rispettando le previsioni degli analisti. Il tutto basato sulla premessa che, nella ristrutturazione delle telecomunicazioni in Italia, si possa passare da "cinque a tre operatori", con TIM che gioca il ruolo del cacciatore e non della preda.

L'amministratore delegato prevede infine che entro fine anno, secondo la tabella di marcia imposta al consiglio, sarà finalmente possibile lo scorporo della rete, e respinge i sospetti che vi sia la volontà di "spostare la palla in avanti fino alla scadenza naturale del consiglio di amministrazione, senza prendere decisioni". In un contesto di tassi di interesse elevati e debito monstre, Labriola dichiara al quotidiano che lo scorporo della rete ha "ragioni industriali", e servirà per "ridare all'azienda opzioni strategiche".

Per quanto riguarda la questione Vivendi, Labriola nega che vi siano "rapporti da ricucire". A suo avviso, entrambi hanno a cuore l'interesse dell'azienda, e se "in alcuni momenti si possono avere delle visioni di business differenti", "il dialogo con gli azionisti è sempre un dialogo costruttivo", spiega l'ad.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: telecom italia