NAVIGA IL SITO

La trimestrale di Fineco (1)

di La redazione di Soldionline 24 mag 2005 ore 14:41 Le news sul tuo Smartphone
Il Consiglio di Amministrazione di Fineco S.p.A. ha esaminato ed approvato la relazione trimestrale al 31 marzo 2005, che sarà illustrata oggi alle ore 15:30 dall’Amministratore Delegato, Fabio Gallia, nel corso di una conference call con la comunità finanziaria. I risultati del primo trimestre 2005, i primi ad essere redatti in conformità ai nuovi principi internazionali IAS/IFRS, confermano la capacità reddituale delle attività strategiche di Fineco ed evidenziano, in linea con la tendenza degli ultimi cinque trimestri, un ritorno all’utile netto. La relazione trimestrale consolidata di Fineco al 31 marzo 2005, non sottoposta, come prassi, a revisione contabile, è stata redatta seguendo le indicazioni fornite dalla CONSOB nel Regolamento Emittenti. Al fine di consentire un raffronto significativo su basi omogenee, le informazioni economiche del primo trimestre 2004 sono state ricostruite in conformità agli IAS/IFRS attualmente in vigore2, includendo anche una stima degli effetti dei principi 32 e 39 (\"valutazione delle attività\" e \"passività finanziarie\"). Le voci di stato patrimoniale sono invece comparate ai valori al 1° gennaio 2005 che recepiscono integralmente i principi IAS/IFRS (inclusi quindi gli effetti degli Ias 32 e 39). È in corso di completamento la revisione contabile da parte di KPMG dei saldi presenti nelle riconciliazioni previste dall\'Ifrs 1; gli esiti della revisione saranno comunicati al mercato con la relazione semestrale al 30 giugno 2005. Nella ridefinizione delle situazioni economico patrimoniali relative al 2004 “ricostruite”, i dati delle società in via di dismissione (Banque Bipop, Gruppo Safei, Banca della Rete e Fineco Vita, per la quota relativa al 57,5%), sono stati iscritti nelle specifiche voci di Stato Patrimoniale e Conto Economico coerentemente con quanto previsto dal principio IFRS 5. Il primo trimestre 2005 si è chiuso con un utile netto di Euro 31,5 milioni, in crescita del 41,6% rispetto al risultato di euro 22,2 milioni al 31 marzo 2004 ricostruito, mentre il risultato lordo di gestione registra un incremento del 22,4%, passando da euro 50,4 milioni a euro 61,7 milioni. Quest’ultimo ha beneficiato soprattutto di un significativo miglioramento delle componenti positive di reddito (+14,1% a euro 129,5 milioni) fra cui, in particolare, il margine di interesse e le commissioni nette, cui si contrappone una moderata crescita dei costi operativi dovuta principalmente ai maggiori investimenti pubblicitari. I risultati sono rilevanti anche sotto il profilo patrimoniale e finanziario. Al 31 marzo 2005 il patrimonio netto consolidato, al netto della distribuzione del dividendo per euro 63,3 milioni, è pari a euro 912 milioni, contro euro 938 milioni al 1° gennaio 2005 post-IAS, mentre il Tier 1 ratio, il principale indicatore della solidità patrimoniale, sale all’8,37%. Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »