NAVIGA IL SITO

La politica manda KO Milano

Gli operatori temono un pericolo periodo di ingovernabilità. I bancari sono i titoli maggiormente penalizzati dall’attuale situazione politica. In forte rialzo Telecom Italia

di Edoardo Fagnani 30 set 2013 ore 11:13
Piazza Affari in pesante ribasso, dopo l’annuncio delle dimissioni dei ministri di area PDL dal governo guidato da Enrico Letta. Gli operatori temono un pericolo periodo di ingovernabilità. In forte rialzo anche lo spread Btp-Bund, che è tornato sopra quota 300 punti.
Il FTSEMib scende dell'1,55%, mentre il FTSE Italia All Share è in ribasso del 2,25%. Performance peggiori per il FTSE Italia Mid Cap (-1,71%) e il FTSE Italia Star (-1,66%).

I bancari sono i titoli maggiormente penalizzati dall’attuale situazione politica.
IntesaSanpaolo perde il 3,42% a 1,527 euro. L’istituto ha comunicato che Enrico Tommaso Cucchiani ha lasciato con effetto immediato la carica di Consigliere Delegato e amministratore delegato della banca. La carica di Cucchiani sarà affidata a Carlo Messina. Intanto, gli analisti di Mediobanca hanno peggiorato il giudizio su IntesaSanpolo, portandolo da “Neutrale” ad “Underperform” (farà peggio del mercato). Tuttavia, gli esperti hanno incrementato da 1,1euro a 1,2 euro i prezzo obiettivo. Al contrario, NatIxis ha incrementato il prezzo obiettivo sulla banca, portandolo da 1,61 euro a 1,92 euro. Gli esperti hanno ribadito l’indicazione di acquisto delle azioni.
Unicredit scende del 2,47% a 4,654 euro. L’istituto ha comunicato che il 16 ottobre rimborserà anticipatamente il "Bond lower tier II subordinato fixed/floating rate" in scadenza nel 2018 per un ammontare di 350 milioni di sterline. Intanto, NatIxis ha incrementato il prezzo obiettivo sulla banca, portandolo da 3,82 euro a 4,8 euro. Gli esperti hanno ribadito il rating “Neutrale”.
Sempre NatIxis ha incrementato la valutazione sul Banco Popolare (-3,09% a 1,096 euro) e su UBI Banca (-3,08% a 3,778 euro), portandola rispettivamente a 1,22 euro e a 3,8 euro per azione. Gli esperti hanno confermato il rating “Neutrale” su entrambe le banche.
Male anche il Monte dei Paschi di Siena, dopo uno stop per eccesso di ribasso in avvio di giornata. Il titolo della banca toscana registra un calo del 2,29% a 0,2007 euro.

Telecom Italia inizia la settimana con un rialzo. Il titolo del gruppo telefonico sale del 3,1% a 0,598 euro. Gli analisti di Jp Morgan hanno alzato da 0,46 euro a 0,6 euro il prezzo obiettivo sulla compagnia telefonica, sulla possibilità che l’aumento di capitale sia di dimensioni modeste. Gli esperti hanno anche migliorato da “Underweight” (sottopesare) a “Neutrale” il giudizio
Tutte le ultime su: piazza affari , intesasanpaolo , unicredit
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.