NAVIGA IL SITO

La lercanidipina spinge Recordati (+3,48%)

di La redazione di Soldionline 3 ott 2001 ore 10:30 Le news sul tuo Smartphone
Recordati ha annunciato di aver presentato alla Food and Drug Administration statunitense la domanda di registrazione negli Usa della Lercanidipina, elemento scoperto e sviluppato da Recordati e indicato per il trattamento dell'ipertensione.
I tempi di vendita sul mercato del prodotto, in caso probabile di approvazione, sono il primo trimestre del 2003. Per l’organizzazione della catena di vendita, la casa farmaceutica italiana si avvale del partner Forest Laboratories, società licenziataria di Recordati per il mercato statunitense.
Prudenzialmente le nostre stime non incorporano tale approvazione, che spingerebbe ulteriormente le vendite (Attualmente la molecola originale di Recordati è registrata in 34 paesi, in vendita in 28 di essi e in corso di registrazione in altri 45, tra cui appunto gli Usa. Questi ultimi rappresentano il principale mercato farmaceutico mondiale, con un peso del 40% sul mercato globale; l’ipertensione poi, affligge oltre 50 milioni di americani.

Sul fronte interno, operativamente è in cantiere uno spin off organizzativo per la creazione di una rete commerciale specialistica. In pratica si tratta di una seconda registrazione della molecola Lercanidipina In Italia, a nome di una nuova società del gruppo Recordati, e accanto alle registrazioni date in licenza a terzi.

In questo momento il titolo Recordati segna un rialzo del 3,48% a quota 18,2 euro per azione. (l.t.)
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.