NAVIGA IL SITO

La Doria, preliminari 2015 e piano al 2018

di Mauro Introzzi 18 feb 2016 ore 17:15 Le news sul tuo Smartphone

ladoria3Il gruppo La Doria ha comunicato di aver chiuso il 2015 con ricavi totali consolidati pari a 748,3 milioni di euro, in aumento del 18,5% rispetto ai 631,4 milioni del 2014.
Il margine operativo lordo è stato pari a 77,5 milioni di euro, in crescita del 29,4% rispetto ai 59,9 milioni del 2014. Il risultato operativo ha toccato i 61 milioni di euro, in crescita del 26,8%, rispetto ai 48,1 milioni del 2014.
Così l’utile netto, pari a 43,6 milioni di euro, ha registrato un progresso del 46%
rispetto ai 29,9 milioni di euro del 2014.
A fine 2015 la posizione finanziaria netta evidenziava un passivo pari a 129,4 milioni di euro, in riduzione rispetto al rosso di 138,2 milioni di fine 2014.

Il gruppo ha poi presentato il suo piano al 2018.
Un piano che prevede, per fine triennio un fatturato pari a 760,2 milioni di euro ed un margine operativo lordo pari a 78,3 milioni di euro. Il reddito operativo 2018 è stimato a 65,5 milioni di euro, l’utile netto a 45,4 milioni. Si prevede, inoltre una posizione finanziaria netta negativa in calo a -61.5 milioni di euro a fine 2018.

A partire da oggi il titolo La Doria, pur rimanendo nel segmento STAR che connota le società ad alti requisiti di liquidità, trasparenza e corporate governance, passa dall’indice FTSE Italia Small Cap all’indice FTSE Italia Mid Cap avendone i requisiti di flottante e liquidità.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: la doria , bilanci 2015