NAVIGA IL SITO

La Doria: i conti del 2020, il dividendo 2021 e il piano al 2023

di Mauro Introzzi 10 giu 2021 ore 17:55 Le news sul tuo Smartphone

ladoria_4La Doria ha chiuso il 2020 con ricavi consolidati pari a 848,1 milioni di euro, in aumento del 18,2% rispetto ai 717,6 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente.

Bene anche la marginalità: il margine operativo lordo è stato pari a 83,1 milioni di euro, in aumento del 48,4% rispetto ai 56 milioni del 2019 (con un ebitda margin al 9,8% dal 7,8% del 2019) mentre il risultato operativo netto ha toccato i 64,8 milioni di euro, in aumento dell’87,5% rispetto ai 34,5 milioni del 2019 (con un ebit margin salitaodal 4,8% del 2019 al 7,6%).

Il 2020 si è così chiuso con un utile netto di 56,7 milioni di euro, dai 19,9 milioni di euro del 2019), di cui 4,9 milioni derivanti dal riallineamento dei valori fiscali ai valori IAS.

 

A fine 2020 i debiti finanziari netti erano pari a 140,2 milioni di euro, in diminuzione rispetto ai 148,8 milioni registrati al 31 dicembre 2019.

 

Sulla base di questi conti il consiglio di amministrazione proporrà all’assemblea la distribuzione agli azionisti di un dividendo lordo di 50 centesimi di euro per azione, per un monte dividendi complessivo di 15,5 milioni di euro. Nel precedente esercizio era stato riconosciuto un dividendo pari a 18 centesimi di euro per azione. L'assemblea degli azionisti ha fissato a 0,50715 euro il dividendo relativo all'esercizio 2020. Il dividendo sarà messo in pagamento dal 7 luglio 2021 dopo lo stacco del precedente 5 luglio.

 

Contestualmente il board del gruppo ha approvato il piano al 2023. Il piano prevede di realizzare nel 2023 un fatturato consolidato di 830,6 milioni di euro, in calo rispetto al 2020, ma in crescita rispetto al biennio 2021-2022 (e in crescita di 113 milioni di euro rispetto al 2019). Il margine operativo lordo è previsto a 95,2 milioni di euro, in aumento di 12,1 milioni rispetto agli 83,1 milioni di fine 2020, con un incremento medio annuo di circa il 5%.

L’utile netto è stimato nell’arco di piano a 54,2 milioni di euro, in diminuzione rispetto all’utile netto 2020, ma in aumento di 2,4 milioni, pari ad un incremento medio annuo percentuale dell’1,5% se confrontato con l’utile netto 2020 normalizzato.

L’indebitamento finanziario netto a fine 2023 è stimato a 26,2 milioni di Euro, in forte riduzione rispetto ai 140,2 milioni a fine 2020.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: la doria , bilanci 2020 , dividendi