NAVIGA IL SITO

La Banca d’Italia cede la partecipazione in Bonifiche Ferraresi

di Edoardo Fagnani 16 mag 2014 ore 08:43 Le news sul tuo Smartphone
lente_10La Banca d’Italia ha raggiunto un accordo con una cordata di imprenditori e investitori istituzionali, costituita da Fondazione Cariplo (35,7%), PER (14,3%), Sergio Dompé (14,3%), Aurelia (10,7%), Fondazione CR Lucca (7,1%), Autosped (3,6%), Agritrans (3,6%), CAI Newco (3,6%), Inalca (3,6%) e dalla signora Ornella Randi Federspiel (3,6%), per la cessione della partecipazione di controllo detenuta nel capitale di Bonifiche Ferraresi.
L’intesa prevede il trasferimento del 60,37% del capitale al prezzo di 30,5 euro per azione (al netto del dividendo 2014) a una società veicolo (Newco), che sarà costituita dai partecipanti alla cordata, con pagamento del corrispettivo, pari a circa 104 milioni di euro, in contanti.
La Banca d’Italia manterrà, per finalità esclusivamente di investimento finanziario, una partecipazione in Bonifiche Ferraresi inferiore al 2%.

L’operazione è condizionata all’esito della due diligence che sarà condotta sulla società e al perfezionamento dei contratti di finanziamento funzionali all’OPA obbligatoria che sarà lanciata sulle altre azioni Bonifiche Ferraresi in circolazione.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: bf holding , bankitalia