NAVIGA IL SITO

L'approccio Contrarian

... ci sono altre strategie di investimento più attente ai fattori psicologici ed emotivi del comportamento umano. Questi approcci sono conosciuti col termine Contrarian.

di Mattia Pazienti 29 set 2005 ore 10:26
I dati del mercato, e il flusso di informazioni che li accompagna, definiscono un mondo complesso e di difficile interpretazione. Le diverse teorie sviluppate sull'investimento finanziario rispondono all'esigenza di semplificare e ordinare un mondo così complesso, al fine di interpretarne e prevederne i cambiamenti. L'economia cognitiva è una necessità di molti processi mentali che mettiamo in atto quotidianamente. Nel caso di situazioni complesse, come l'investimento finanziario, la necessità di semplificare il processo decisionale è, come è facile intuire, ancora maggiore. Sarà il risultato, poi, a definire l'efficacia dei processi seguiti.

Abbiamo visto all'articolo 'Battere il Mib 30, diversi approcci', i fondamenti dell'analisi tecnica e dell'analisi fondamentale. Gli approcci che cadono in queste categorie sono essenzialmente di tipo matematico, ma ci sono altre strategie di investimento più attente ai fattori psicologici ed emotivi del comportamento umano. Questi approcci sono conosciuti col termine Contrarian.

L'ipotesi che caratterizza gli approcci Contrarian è la seguente: atteggiamenti psicologici e spinte emotive possono interferire nei processi decisionali, rendendo meno efficaci le scelte di investimento. La necessità di semplificare il processo di decisione, ad esempio, può spingere gli investitori a focalizzarsi su dati e informazioni troppo 'parziali', ed impedire una visione sufficientemente ampia ed adeguata alla realizzazione di strategie di investimento.

Come vedremo in seguito, il vero pericolo di questo genere di errori è quello di intrappolare gli investitori nelle scelte fatte, impedendogli di percepire in tempo i segnali di fine trend, e questo espone al rischio di perdite e/o di mancati guadagni. L'investitore Contarian tenterà di evitare questo genere di errori, e di capire il clima psicologico ed emotivo dei mercati per poterne anticipare scelte i comportamenti.

Vediamo in dettaglio alcuni dei principali errori individuati da chi ha elaborato i processi Contrarian.

L'errore principale è quello di focalizzarsi sulla performance di breve periodo. Questo porta ad investire su quei titoli che offrono performance significativamente alte (sopra la media del mercato) e soprattutto, e questo è uno degli errori più insidiosi, ad ipotizzare che queste prestazioni possano essere mantenute nel medio-lungo periodo. Questo rende più difficile uno sguardo ampio al mercato, e la possibilità di prevedere adeguatamente gli andamenti.

Quando molti interpretano il mercato allo stesso modo, investono cioè sugli stessi titoli, la rapida crescita dei prezzi che ne consegue non solo rinforza la scelta fatta, ma in questo modo può bloccare l'investitore in quella posizione.

Spesso gli investitori tendono a dare troppa importanza agli eventi recenti e di forte impatto emotivo, che non necessariamente saranno decisivi per i destini dell'azienda; a fondare le proprie decisioni su poche informazioni, e sull'osservazione di campioni di analisi troppo ristretti. Come per i due casi precedenti, un'eccessiva riduzione del quadro informativo può impedire una corretta valutazione degli andamenti del mercato.

Articoli collegati:



Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Cosa sono (e quali sono) le categorie catastali

Cosa sono (e quali sono) le categorie catastali

Le categorie catastali sono una classificazione degli immobili urbani che indica la destinazione d'uso degli immobili stessi. Ecco cosa e quali sono. E a cosa servono Continua »