NAVIGA IL SITO

Ipotesi concordato per Bio-ON (MF)

di Mauro Introzzi 25 ott 2019 ore 07:03 Le news sul tuo Smartphone

bio-on_1Il quotidiano finanziario fa il punto della situazione sulle indagini della Guardia di Finanza su Bio-ON, il gruppo delle bioplastiche finito nella bufera nelle scorse settimane in una vicenda che è deflagrata nei giorni scorsi con gli arresti domiciliari - con le accuse di false comunicazioni sociali e manipolazione del mercato - del fondatore Marco Astorri, dell'altro azionista-fondatore Guido Cicognani e del presidente del collegio sindacale Gianfranco Capodaglio.

Secondo quanto riporta MF l’inchiesta (denominata Plastic Bubbles) prosegue e “non è da escludere che, se la situazione della società bolognese non verrà raddrizzata in tempi rapidi, possano emergere reati più gravi”.

Cosa succederà ora? Il custode giudiziale delle azioni sequestrate ad Astorri e Cicognani convocherà l'assemblea per la nomina dell'amministratore. Andrà valutato lo stato di salute dell'azienda - l'attività non è stata oggetto dell'inchiesta e può proseguire - e bisognerà prendere atto della possibilità o meno di salvare la società.

L’ipotesi più plausibile, secondo MF, "è quella del ricorso alla procedura del concordato preventivo". 

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: bio on