NAVIGA IL SITO

IPO SISAL, l'analisi dei dati di bilancio

Negli ultimi esercizi SISAL ha registrato un peggioramento dei principali aggregati economici, con un fatturato che si è contratto costantemente dal 2011 al 2013 e una perdita di esercizio che è andata ad incrementarsi negli anni

di Mauro Introzzi 4 lug 2014 ore 11:03
Negli ultimi esercizi SISAL ha registrato un peggioramento dei principali aggregati economici, con un fatturato che si è contratto costantemente dal 2011 al 2013 e una perdita di esercizio che è andata ad incrementarsi negli anni.
Nel primo trimestre del 2013 la marginalità lorda è migliorata, anche se i crescenti oneri finanziari hanno pesato sulle ultime righe del conto economico.

LEGGI ANCHE: IPO SISAL, le caratteristiche dell'offerta

sisal3SISAL, FATTURATO IN COSTANTE CALO
Nel dettaglio, la società ha chiuso il 2013 con ricavi per 772,3 milioni di euro, in calo rispetto agli 823,4 milioni del 2012 e agli 869,8 del 2011.
Nel primo trimestre del 2014, invece, i ricavi sono stati pari a 209,73 milioni di euro, poco lontani dai 209,62 milioni dello stesso periodo del 2014.
Disaggregando il dato del fatturato per le 4 unità di business della società si nota che (nel primo quarter 2014) il 65,1% del fatturato è arrivato da “retail gaming”, il 9,4% da “lottery”, il 6,2% da “online gaming” e il 19,2% da “payments and services”. Le percentuali, nell’intero 2013, erano poco lontane da quelle dei primi 3 mesi del 2014: 63,7% da “retail gaming”, 11,8% da “lottery”, il 5,1% da “online gaming” e il 19,2% da “payments and services”.

SISAL, FRENA ANCHE LA REDDITIVITA'

Nel triennio compreso tra il 2011 e il 2013 è peggiorata anche la redditività lorda, intesa come rapporto tra il fatturato e il margine operativo lordo. Nei 3 anni in questione l’ebitda è passato dai 183,54 milioni di euro del 2011 al 155,14 milioni del 2012 ai 93,39 milioni di euro del 2013. In rapporto ai ricavi la marginalità è così scesa dal 21,1% (2011) al 18,8% (2012) e al 12,1% (2013). Va segnalato che negli ultimi 2 anni il margine operativo lordo è stato pesantemente condizionato da oneri e proventi non ricorrenti e da accantonamenti per contenziosi con enti regolatori. La versione “adjusted” del margine operativo lordo (calcolata non considerando le componenti di natura non ordinaria appena citate) vede l’ebitda passare dai 183,54 milioni di euro del 2011 ai 171,65 milioni del 2012 e ai 175,47 milioni del 2013, con margini rispettivamente pari a 21,1%, 20,8% e 22,7%.
I 3 esercizi si sono chiusi con redditi operativi pari a 56 milioni nel 2011, 33 milioni nel 2012 e in rosso per 12 milioni nel 2013 e perdite di pertinenza del gruppo pari a 29,6 milioni nel 2011, 38,8 milioni nel 2012 e 99,1 milioni nel 2013.
Il primo trimestre del 2014 ha invece visto crescere il margine operativo lordo a 54 milioni dai 49,8 dello stesso periodo del 2013, il reddito operativo passare a 28,3 milioni dai 23,2 di 12 mesi prima e l’utile contrarsi da 2,57 a 1,39 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: IPO SISAL: Bonus Share solo ai dipendenti

SISAL, L'EVOLUZIONE DELL'INDEBITAMENTO
La posizione finanziaria di SISAL ha subito un forte peggioramento nel corso degli ultimi esercizi. Non a caso la quotazione ha tra le sue finalità quelle di migliorare il profilo patrimoniale del gruppo, dato che due terzi dei proventi dell'aumento di capitale saranno utilizzati per rimborsare parte delle linee con gli istituti di credito.A fine 2013 la posizione finanziaria netta di SISAL era negativa per 1,065 miliardi di euro, in peggioramento rispetto ai 985,8 milioni di euro di fine 2012 e ai 982 milioni di euro di fine 2011. Il net leverage (calcolato rapportando l’indebitamento finanziario netto e l’ebitda adjusted) è passato da 5,4 del 2011 al 5,7 del 2012 al 6,1 del 2013.
A fine marzo 2014, infine, l’indebitamento finanziario netto di SISAL era salito a 1,107 miliardi di euro.

SISAL, ANALISI DEI FLUSSI DI CASSA

Nel 2013 le attività operative di SISAL hanno generato cassa per 88,5 milioni di euro, mentre gli investimenti hanno richiesto risorse per 81,3 milioni di euro. I flussi assorbiti dall’attività finanziaria, pari a 55,8 milioni di euro, hanno fatto sì che il gruppo bruciasse 48,64 milioni di euro di liquidità. Nel 2012 i flussi totali assorbiti erano pari a 9,27 milioni mentre nel 2011 SISAL generò un flusso di cassa pari a 44,2 milioni di euro.Nel primo trimestre del 2014 le attività operative del gruppo hanno assorbito cassa per 8,8 milioni di euro, gli investimenti effettuati nel periodo hanno richiesto risorse per 11,8 milioni di euro, mentre le attività di finanziamento hanno portato nelle casse di SISAL 8,35 milioni di euro. Nei primi 3 mesi la cassa assorbita è stata quindi pari a 12,28 milioni di euro
Tutte le ultime su: ipo sisal , sisal
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »