NAVIGA IL SITO

IPO Savino del Bene, l’azienda ai raggi X

L'azienda è uno dei principali operatori italiani nel mercato delle spedizioni internazionali marittime e aeree, con un network di uffici globale, diffuso nei cinque continenti

di Edoardo Fagnani 20 nov 2013 ore 11:03
Savino Del Bene è stata fondata a Firenze nei primi anni del 1900. Agli inizi dell’attività, l'azienda era dedicata principalmente alle spedizioni verso gli Stati Uniti.

Attualmente Savino del Bene è uno dei principali operatori italiani nel mercato delle spedizioni internazionali marittime e aeree, con un network di uffici globale, diffuso nei cinque continenti. Il gruppo fornisce servizi di spedizione attraverso l’utilizzo combinato di diversi sistemi vettoriali (marittimo, aereo e terrestre).
I servizi prestati da Savino del Bene si caratterizzano per la flessibilità delle soluzioni organizzative offerte, ideate per venire incontro alle necessità specifiche della clientela. L’attività è svolta senza il ricorso a vettori propri, ma componendo diversi sistemi logistici appartenenti principalmente ad operatori specializzati esterni (vettori camionistici, marittimi e aerei), adottando soluzioni organizzative ad alto contenuto tecnologico.

Nell’ambito delle attività di spedizione nei segmenti via mare e via aerea, Savino Del Bene cura tutte le attività necessarie al fine di garantire la consegna della merce.
Il gruppo effettua, inoltre, spedizioni via terra, come servizio autonomo su alcune tratte commerciali e presta altri servizi alla propria clientela (sia come servizi accessori alle spedizioni via mare e via aerea, sia come servizi autonomi), che consistono principalmente in servizi di assistenza in relazione alla preparazione della documentazione doganale e delle attività amministrative connesse e servizi di distribuzione e/o giacenza (principalmente in Sudafrica, Italia e nell’area Nord America).

Nel 2012 poco meno del 53% del fatturato di Savino Del Bene è stato realizzato in Europa, mentre il 26,3% è arrivato dal Nord America. Nel primo semestre del 2013 le due percentuali sono passate rispettivamente al 51,4% e al 27,7%.
Tutte le ultime su: ipo savino del bene , savino del bene
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.