NAVIGA IL SITO

IPO Moleskine, previsioni e valutazione

Il management ha anticipato che al momento non è stata decisa la politica dei dividendi. Tuttavia, la società ha manifestato la volontà di premiare gli azionisti

di Edoardo Fagnani 25 mar 2013 ore 17:12
Previsioni
Come per tutte le aziende che si quotano, il management di Moleskine non ha potuto fornire stime puntuali per l’esercizio in corso.
Nel corso dell’incontro di presentazione del progetto di quotazione con la comunità finanziaria i vertici dell'azienda hanno anticipato che, in conseguenza agli introiti del collocamento, l’indebitamento si ridurrà a 20 milioni di euro.
Nel prospetto informativo Moleskine ha evidenziato che lo scorso anno ha investito oltre 1,5 milioni di euro, ammontare superiore agli 1,02 milioni contabilizzati nell’esercizio precedente. Nei primi nove mesi del 2012 gli investimenti dell’azienda sono stati pari a 1,55 milioni di euro. La società ha precisato che gli investimenti in corso riguardano principalmente l’apertura di nuovi punti vendita. In particolare, il piano industriale prevede l’apertura di nuovi punti vendita monomarca in Italia ed in altri Paesi europei, nonché in Asia e negli Stati Uniti. Gli investimenti in corso saranno effettuati ricorrendo a risorse proprie del gruppo.
Sempre nel prospetto informativo Moleskine ha ricordato che dalla data della sua costituzione la società non ha deliberato, né distribuito, alcun dividendo. Nel corso dell’incontro di presentazione del progetto di quotazione con la comunità finanziaria il management ha anticipato che al momento non è stata decisa la politica dei dividendi, che sarà dettagliata in futuro dal consiglio di amministrazione. La società ha manifestato la volontà di premiare gli azionisti, sfruttando la solida generazione di cassa delle attività dell’azienda. Il management ha aggiunto che la politica dei dividendi dipenderà dalle necessità e opportunità di investimento e dai risultati realizzati dalla società.

Multipli e valutazione
Sulla base del prezzo massimo indicato dai vertici della società (2,65 euro per azione) e supponendo la sottoscrizione integrale delle azioni di nuova emissione, la capitalizzazione iniziale di Moleskine potrebbe raggiungere i 562 milioni di euro. Prendendo in esame i risultati realizzati nel 2012 e la forchetta di prezzo indicata dalla società, il rapporto tra prezzo e utile netto oscillerebbe tra 23,3 e 30,9. Il rapporto tra Enterprise value (dato dalla somma tra capitalizzazione e indebitamento stimato al termine dell’operazione) e margine operativo lordo del 2012 si collocherebbe tra 14,1 e 18,3. L’Ev/Ebit, invece, oscillerebbe tra 14,6 e 18,9. Nel prospetto informativo i vertici di Moleskine hanno confrontato questi numeri con i multipli calcolati per le aziende italiane ed europee attive nel settore del lusso. Per queste società il p/e medio si attesta a 47,9, passando da un minimo di 21,9 di Burberry a un massimo di 91,6 per YOOX. L’EV/Ebitda medio delle società prese come riferimento si attesta a 23,2. Il valore minimo è di 12,6 per Burberry, mentre quello massimo è il 37,3 di Asos.
Il rapporto tra indebitamento netto e patrimonio netto (calcolati al 31 dicembre) è pari a 1,36, un rapporto superiore all’unità, considerato un primo livello di attenzione per l’equilibrio finanziario di un’azienda. Tuttavia, gli introiti derivanti dalla quotazione dovrebbero portare questo multiplo intorno allo 0,5.
Nel prospetto informativo i vertici dell’azienda hanno puntualizzato che la valutazione del gruppo è stata effettuata utilizzando il metodo dei multipli di mercato, mentre quello basato sullo sconto dei flussi di cassa è stato utilizzato ai fini di controllo. La società ha precisato che il prezzo definitivo sarà fissato tenendo conto principalmente delle condizioni del mercato azionario e della quantità e qualità di offerte ricevute dagli investitori istituzionali.
Tutte le ultime su: ipo moleskine
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.