NAVIGA IL SITO

IPO IBL Banca: la politica dei dividendi

Il gruppo IBL Banca non ha comunicato una precisa politica dei dividendi. A giugno il board ha approvato lo stacco di un acconto sul dividendo 2015 pari a 7 milioni di euro

di Mauro Introzzi 10 nov 2015 ore 10:16

Come succede di consueto in tutte le IPO anche in quella IBL Banca non sono state fornite – nel prospetto informativo a corredo dell’operazione - né stime e previsioni sull’andamento del business nei prossimi esercizi né come sarà strutturata la politica dei dividendi della società negli anni a venire.
Durante la conferenza stampa di presentazione dell’IPO lo stesso amministratore delegato Mario Giordano ha evidenziato come la politica dei dividendi non sia stata determinata. Le cedole, secondo il manager “saranno sostanzialmente in linea con quelle del settore".

LEGGI ANCHE: IPO IBL Banca, le caratteristiche dell'offerta

IBL BANCA: LA POLITICA DEI DIVIDENDI

Nello statuto di IBL Banca c’è scritto che l’utile netto risultante dal bilancio viene ripartito in primis - in misura non inferiore a quella stabilita dalla legge - alla riserva legale mentre il residuo è distribuito agli azionisti in proporzione delle azioni possedute. Ne è fatta salva l’eventuale deliberazione di destinarlo in tutto o in parte al fondo di riserva ordinaria, a fondi di riserve straordinarie e/o di accantonamenti speciali o a rinvio a nuovo. IBL Banca può poi distribuire acconti sui dividendi.

LEGGI ANCHE: IPO IBL Banca, l'analisi dei dati di bilancio

mario-giordanoIBL BANCA, DIVIDENDI DEGLI ULTIMI ANNI

Negli anni scorsi IBL Banca ha distribuito dei dividendi. Nell’anno 2013, a valere sull’esercizio 2012, il gruppo ha deliberato di destinare i 7,65 milioni circa di utili per 6,45 milioni circa a riserva (legale e straordinaria) e per 1,2 milioni circa a dividendo.

Nell’anno 2014 l’assemblea dei soci ha deciso di destinare i 22,3 milioni circa di utili per 17,3 milioni circa a riserva (legale e straordinaria) e per 5 milioni circa a dividendo.

Nel 2015, invece, l’assemblea dei soci dello scorso aprile ha deliberato di non distribuire alcun dividendo con riferimento all’esercizio 2014. Nel successivo mese di giugno, però, è stata deliberata la distribuzione di un acconto di dividendi (a valere sull’esercizio 2015) per un importo pari a 7 milioni di euro. La cedola è stata staccata a fine giugno.

LEGGI ANCHE: IPO IBL Banca, la valutazione

IBL BANCA: PAYOUT RATIO DEI DIVIDENDI
Nel 2013, a valere sull’esercizio 2012, il gruppo ha staccato circa il 21% dell’utile mentre nel 2014, a valere sull’esercizio 2013, il gruppo ha staccato circa il 21,8% dell’utile.

Tutte le ultime su: ipo ibl banca , ibl banca
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »