NAVIGA IL SITO

IPO Fedrigoni, politica dei dividendi da decidere

Con riferimento ai bilanci chiusi nel triennio 2011-2013, Fedrigoni ha distribuito dividendi per circa 8 milioni di euro in ogni esercizio. Focus anche sull'analisi dei multipli

di Edoardo Fagnani 21 ott 2014 ore 11:31

IPO FEDRIGONI – LE PREVISIONI DI CRESCITA
Come per tutte le aziende che si quotano, il management di Fedrigoni non ha potuto fornire stime puntuali per l’esercizio in corso.
Nel corso della presentazione della compagnia alla comunità finanziaria, il presidente dell’azienda, Alessandro Fedrigoni, ha segnalato che i risultati finanziari del 2014 saranno migliori rispetto a quelli ottenuti lo scorso anno, grazie alla crescita prevista sui mercati internazionali.
fedrigoni_1L’amministratore delegato Claudio Alfonsi, invece, ha precisato che l’azienda guarda anche a opportunità di crescita per linee esterne, in particolare in Sudamerica, Stati Uniti, Ovest ed Est Europa. Per finanziare questa strategia sarebbero utilizzate le risorse raccolte con la quotazione.
Nel prospetto informativo il management ha evidenziato che Fedrigoni ha in essere investimenti in corso di realizzazione per complessivi 6,88 milioni di euro, finanziati principalmente mediante ricorso a fondi propri. Inoltre, gli impegni contrattuali già assunti con terzi, a fronte di investimenti non ancora in corso di realizzazione, ammontano complessivamente a 5,43 milioni di euro.

IPO FEDRIGONI – I DIVIDENDI
Sempre nel prospetto informativo la società ha ricordato che, con riferimento ai bilanci chiusi nel triennio 2011-2013, Fedrigoni ha distribuito dividendi per circa 8 milioni di euro in ogni esercizio. In particolare, il dividendo relativo all’esercizio 2013 è stato pari a circa il 25% dell’utile realizzato ed è già stato pagato nel primo semestre del 2014.
Nel corso della conferenza stampa di presentazione della società i vertici di Fedrigoni hanno precisato che la politica dei dividendi sarà valutata in futuro dall’assemblea degli azionisti, su indicazioni del management. Il management ha precisato che la società può contare su una forte capacità di generazione di cassa in grado di coprire il pagamento delle cedole.

LEGGI ANCHE: IPO Fedrigoni, i dettagli della quotazione in Borsa

IPO FEDRIGONI – MULTIPLI E VALUTAZIONE
fedrigoni4Sulla base del prezzo massimo indicato dai vertici della società (7 euro per azione), la capitalizzazione iniziale di Fedrigoni sarebbe pari a quasi 655 milioni di euro. Di conseguenza, nel caso il titolo non scendesse sotto questo prezzo, l’azienda potrebbe entrare a far parte del listino che raggruppa le società a media capitalizzazione in una delle prossime revisioni del paniere.  
Prendendo in esame i risultati realizzati nel 2013 e la forchetta di prezzo indicata dalla società, il rapporto tra prezzo e utile netto dello scorso anno oscillerebbe tra 16,5 e 20,8. Il rapporto tra Enterprise value (dato dalla somma tra capitalizzazione post aumento di capitale e indebitamento stimato al termine dell’operazione) e margine operativo lordo del 2013 si collocherebbe tra 6,3 e 7,7. L’Ev/Ebit, invece, oscillerebbe tra 10 e 12,1. Nel prospetto informativo i vertici di Fedrigoni hanno confrontato questi numeri con i multipli calcolati per alcuni gruppi internazionali attivi negli stessi segmenti di mercato dell’azienda italiana. Il rapporto prezzo/utile di queste società varia da 7,1 a 24,7 (escludendo i valori negativi), mentre l’Ev/Ebitda si colloca tra un minimo di 6 e un massimo di 9,2.
Il rapporto tra indebitamento netto e patrimonio netto (calcolati al 30 giugno 2014) è pari a 0,35, ben al di sotto dell’unità, considerato un primo livello di attenzione per l’equilibrio finanziario di un’azienda. Inoltre, questo rapporto potrebbe ulteriormente migliorare, grazie alle risorse incassate con il collocamento.
Nel prospetto informativo i vertici dell’azienda hanno puntualizzato che la valutazione del gruppo è stata effettuata utilizzando principalmente il metodo dei multipli di mercato, mentre quello dello sconto dei flussi di cassa è stato utilizzato come metodologia di controllo. Fedrigoni ha precisato che il prezzo definitivo sarà fissato tenendo conto principalmente delle condizioni del mercato azionario e della quantità e qualità di offerte ricevute dagli investitori istituzionali.

Tutte le ultime su: fedrigoni , ipo fedrigoni
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »