NAVIGA IL SITO

IPO ENAV, i dati di bilancio

La società ha evidenziato variazioni minime del fatturato, mentre la redditività ha registrato un andamento contrastato con un forte miglioramento nell’ultimo esercizio

di Edoardo Fagnani 15 lug 2016 ore 11:31

Negli ultimi esercizi ENAV ha evidenziato variazioni minime del fatturato, mentre la redditività ha registrato un andamento contrastato con un forte miglioramento nell’ultimo esercizio.

LEGGI ANCHE: IPO ENAV, le caratteristiche

Nel dettaglio, la società ha chiuso il 2015 con ricavi per 858,9 milioni di euro, in aumento dell’1,3% rispetto agli 847,9 milioni dell’esercizio precedente. ENAV ha segnalato che 98,7% dei ricavi è stato realizzato in Italia. Il management ha segnalato che l’incremento del giro d’affari è dovuto principalmente all’aumento di 33,7 milioni di euro del Balance, che ha compensato integralmente la riduzione di 20,6 milioni nei ricavi da attività operativa e quella di 2,1 milioni negli altri ricavi operativi. ENAV ha precisato che il “Balance rappresenta un meccanismo di compensazione previsto dal quadro normativo comunitario e nazionale in materia di performance e di tariffazione, a cui sono sottoposti i fornitori di servizi appartenenti agli stati che aderiscono ad Eurocontrol, ed è volto a mitigare le tipologie di rischio cui è esposto il business della società, ossia il rischio traffico, il rischio costi e il rischio inflazione”. Nel 2013 il fatturato aveva toccato gli 854,7 milioni.
La crescita dei ricavi di ENAV ha registrato un’accelerazione nei primi tre mesi del 2016; nel periodo in esame il fatturato del gruppo ha toccato i 179,7 milioni di euro, il 5,2% in più rispetto ai 170,9 milioni ottenuti nel primo trimestre del 2015. I ricavi hanno beneficiato dell’aumento del 77% del balance derivante dalla consuntivazione dei volumi di traffico e/o costi posti a confronto con i valori preventivati in sede di determinazione tariffaria prima dell’adeguamento al loro fair value a seguito dell’effetto dell’attualizzazione.

enavRedditività contrastata nel triennio 2013/2015, mentre ha registrato un forte miglioramento nei primi tre mesi dell’anno in corso. 
Lo scorso anno il margine operativo lordo è salito a 243 milioni di euro, l’8,6% in più rispetto ai 223,7 milioni del 2014, beneficiando della contrazione dei costi operativi (-1%), la quale ha risentito positivamente della riduzione nei costi per servizi (-8%). Di conseguenza, la marginalità è cresciuta dal 26,4% al 28,3%. Nel 2013 L’EBITDA era stato pari a 237,3 milioni di euro, con una marginalità del 27,8%. Nel primo trimestre del 2016 il margine operativo lordo è balzato del 34%, passando da 20,9 milioni a 28 milioni di euro, grazie a una contrazione dei costi per servizi (-4%); la marginalità è cresciuta dal 12,2% al 15,6%.
Stesso trend per l’utile netto (esclusa la quota di terzi), che è cresciuto dai 49,6 milioni di euro del 2013 ai 66,1 milioni dello scorso anno, passando per i 40 milioni dell’esercizio precedente. Nei primi tre mesi del 2016 ENAV ha contabilizzato una perdita netta di 8,8 milioni di euro, anche se in calo dal rosso di 10,9 milioni registrato nel primo trimestre dello scorso anno.

L’indebitamento di ENAV è aumentato nel corso degli ultimi due esercizi.
Nel dettaglio, alla fine dello scorso anno l’indebitamento netto della società ammontava a 189,5 milioni di euro, in forte aumento rispetto ai 109,6 milioni di inizio anno. La variazione è stata giustificata dal management con l’emissione di un prestito obbligazionario da 180 milioni di euro con scadenza nel 2022 per recuperare la provvista necessaria a liquidare all’azionista la riduzione di capitale sociale deliberata il 13 aprile 2015. A fine 2013 l’indebitamento netto si era fermato a 85,6 milioni di euro. ENAV ha segnalato che a dicembre 2014 la società ha ottenuto un finanziamento da 100 milioni di euro dalla BEI.
A fine marzo 2016 l’indebitamento netto di ENAV si era ridotto a 160,1 milioni di euro, grazie a un miglioramento della liquidità per 31,8 milioni di euro. La variazione è attribuibile principalmente alla capogruppo e si riferisce alla maggiore liquidità acquisita a seguito di alcuni incassi registrati nel primo trimestre 2016, quali il credito IVA per 21,1 milioni di euro.

enav6Nel 2015 le attività operative di ENAV hanno generato un flusso di cassa di 264,71 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto ai 139 milioni dell’esercizio precedente, beneficiando della variazione positiva del capitale circolante netto (79,5 milioni di euro). Gli investimenti hanno richiesto risorse per quasi 129 milioni di euro; la società ha proceduto alla sottoscrizione del saldo della seconda tranche del capitale sociale della partecipata Aireon, fino al raggiungimento di un’interessenza del 5,41% e di un esborso complessivo di 38,3 milioni di dollari. Le attività di finanziamento hanno comportato un esborso di 80,1 milioni di euro, nonostante l’emissione del prestito obbligazionario da 180 milioni di euro, bilanciato da una riduzione volontaria del capitale per pari importo; la distribuzione dei dividendi ha comportato un’uscita di 36 milioni di euro. 
Nel primo trimestre del 2016 le attività operative del gruppo hanno generato un flusso di cassa di quasi 53 milioni di euro, grazie al miglioramento della redditività. Gli investimenti effettuati nel periodo hanno richiesto risorse per oltre 22,8 milioni di euro, mentre le attività di finanziamento hanno portato nelle casse di ENAV 2,5 milioni di euro.

Tutte le ultime su: enav , ipo enav
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »