NAVIGA IL SITO

IPO Coima RES: come verranno utilizzati i proventi

Con la quotazione Coima RES punta a raccogliere 300 milioni di euro, una cifra che potrebbe arrivare a 600 con la facoltà di incremento. Ecco come saranno impiegati i proventi

di Mauro Introzzi 24 mar 2016 ore 11:01

La quotazione in Borsa, quando assume la struttura dell’OPS (offerta pubblica di sottoscrizione), fornisce alla società quotanda delle risorse finanziarie, solitamente utilizzate per nuovi investimenti finalizzati ad espandere i propri business. L’operazione di sbarco al Borsa Italiana da parte di Coima RES assume proprio la forma dell’OPS e, quindi, non fa eccezione. Ecco come il gruppo vorrà impiegare i proventi della quotazione.

IPO COIMA RES: AZIONI RINVENIENTI DA AUMENTO DI CAPITALE

Con l’IPO Coima RES punta a raccogliere 300 milioni di euro collocando 30 milioni di azioni rinvenienti da un aumento di capitale a 10 euro per azione. Il controvalore dell’operazione potrebbe salire a 330 milioni di euro con l’eventuale esercizio della greenshoe. Il gruppo si è dato un’ulteriore possibilità di raccogliere maggiori risolse con una facoltà di incremento nel caso in cui l’operazione andasse particolarmente bene. In questo caso le azioni emesse sarebbero 60 milioni, con una raccolta complessiva pari a 600 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: IPO Coima RES, caratteristiche dell'operazione

coima-res_1IPO COIMA RES: RICAVATO MASSIMO NETTO DALL’OPS

Secondo quanto riporta il gruppo nel suo documento di offerta il ricavato massimo derivante dalla IPO, riferito al prezzo di offerta al netto dei costi legati alla quotazione, delle commissioni riconosciute al consorzio per l’offerta pubblica e al consorzio per il collocamento istituzionale, sarà pari a 290 milioni di euro. E a 579,5 milioni di euro in caso di esercizio integrale della facoltà di incremento.

I costi stimati per il processo di quotazione sono infatti stimati in un intervallo tra 7,5 e 18 milioni, sulla base dell’effettivo ammontare dei proventi rivenienti dal processo di quotazione.

IPO COIMA RES: RAGIONI DELL’OFFERTA E IMPIEGO DEI PROVENTI

Secondo il prospetto informativo l’emittente punta ad acquisire lo status di società quotata così da poter raggiungere una maggiore visibilità sul mercato di riferimento, accrescere la capacità di accesso ai mercati di capitale, ampliare la compagine azionaria anche attraverso la diffusione di azioni sia presso il pubblico indistinto, sia presso investitori qualificati italiani e istituzionali esteri, rafforzare la propria struttura patrimoniale e finanziaria e supportare i propri obiettivi di crescita e sviluppo.
Accedere al Mercato Telematico Azionario permetterà poi a Coima RES di soddisfare uno dei requisiti richiesti per poter acquisire la qualifica di Società di Investimento Immobiliare Quotate (SIIQ) e accedere al regime fiscale speciale relativo a questa tipologia di società.

I proventi derivanti dall’Offerta Globale saranno utilizzati in parte per far fronte agli impegni economici correlati all’acquisto degli immobili Vodafone, ivi inclusi i costi relativi alle tasse (un esborso pari a 205,6 milioni di euro) e, per la restante parte, saranno impiegati per implementare la strategia di investimento. Tale strategia potrà essere completata in un arco temporale di medio periodo previsto in circa 12-24 mesi. Il gruppo segnala che i proventi rivenienti dall’Offerta potrebbero essere altresì impiegati per l’effettuazione di una o più operazioni immobiliari, anche eventualmente con parti correlate.

Per quanto riguarda gli immobili Vodafone, alla data del prospetto l’emittente ha già sottoscritto un contratto preliminare finalizzato all’acquisto degli asset della compagnia telefonica britannica da REC entro il 29 aprile 2016, subordinatamente al buon esito dell’offerta.

Tutte le ultime su: coima res , ipo coima res
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »