NAVIGA IL SITO

IntesaSanpaolo, rispettati i requisiti SREP per il 2020

di Edoardo Fagnani 26 nov 2019 ore 12:33 Le news sul tuo Smartphone

intesa_sanpaolo_1IntesaSanpaolo ha comunicato di aver ricevuto la decisione finale della BCE riguardante il requisito patrimoniale da rispettare a partire dal 1° gennaio 2020 a livello consolidato, a seguito degli esiti del Supervisory Review and Evaluation Process (SREP).

Il requisito patrimoniale da rispettare complessivamente in termini di Common Equity Tier 1 ratio risulta pari a 9,16% secondo i criteri transitori in vigore per il 2020 e a 9,35% secondo i criteri a regime.

IntesaSanpaolo ha ricordato che i coefficienti patrimoniali al 30 settembre 2019 (tenendo conto di 2,65 miliardi di euro di dividendi maturati per i primi nove mesi del 2019) risultano pari al 14% per il Common Equity Tier 1 ratio e al 14,2% per il Common Equity Tier 1 ratio pro-forma a regime, ampiamente superiori ai requisiti richiesti dalla BCE.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: intesasanpaolo

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Come funziona la rottamazione delle cartelle e quali debiti riguarda

Come funziona la rottamazione delle cartelle e quali debiti riguarda

La rottamazione delle cartelle consente di estinguere i debiti iscritti a ruolo dall’Agenzia delle Entrate e Riscossione senza pagare sanzioni o interessi di mora Continua »