NAVIGA IL SITO

intesa-ubibanca_1IntesaSanpaolo, in relazione all'offerta pubblica di scambio su azioni UBI Banca, ha reso note alcune precisazioni sul comunicato del consiglio di amministrazione di UBI Banca rilasciato in data 3 luglio 2020.

In particolare:

  • IntesaSanpaolo stima che l'allocazione del valore derivante dall'Ops a beneficio degli azionisti di UBI Banca sia maggiore rispetto a quanto identificato dal cda del gruppo lombardo che non avrebbe valutato anche il premio offerto pari a 1,1 miliardi di euro al 14 febbraio 2020.
  • Il piano industriale aggiornato di UBI Banca presenta un incremento del target di distribuzione cumulata di dividendi 2020-2022 stimato in circa 840 milioni di euro e superiore del 60% rispetto a quella comunicato nel precedente Piano Industriale, nonostante la redditività sia stata rivista in diminuzione e la storicità presenti dei valori più bassi;
  • In contrasto con quanto dichiarato dal Cda di UBI Banca, che ha sottolineato come l'operazione di fusione non attribuisca premi agli azionisti di minoranza, IntesaSanpaolo precisa che, nel caso tali azionisti non dovessero aderire all'offerta si troverebbero con un'azione di un valore privo del premio implicito riconosciuto nell'ambito dell'operazione a beneficio dei sottoscrittori (circa il 28% calcolato sui prezzi del 14 febbraio 2020);
  • Anche in assenza dell'operazione di fusione le sinergie sarebbero comunque raggiungibili in quanto IntesaSanpaolo, acquistando il 50% del capitale più un'azione di UBI Banca, avrebbe il controllo della maggioranza dei voti e dell'attività di direzione;
  • IntesaSanpaolo non sarebbe d'accordo sulle considerazione riportate da UBI Banca sulla mancanza di conguità del rapporto di cambio dell'operazione. Secondo la banca invece la valutazione sarebbe corretta in quanto IntesaSanpaolo avrebbe fatto riferimento alle stime degli analisti  mentre UBI banca farebbe riferimento al piano industriale aggiornato. L'approccio non sarebbe quindi omogeneo.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.