NAVIGA IL SITO

IGD, conti dei 9 mesi 2018 e piano strategico al 2021

di Mauro Introzzi 7 nov 2018 ore 13:17 Le news sul tuo Smartphone

igd-logoIGD ha comunimcato di aver chiuso i primi 9 mesi del 2018 con ricavi netti da attività locativa pari a 92,3 milioni di euro, in salitao del 10,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

L'utile netto di competenza del gruppo è stato pari a 52,4 milioni di euro mentre il risultato netto ricorrente (il cosiddetto FFO - Funds From Operations) è stato pari a 59,5 milioni di euro, in crescita del 21,5% rispetto ai primi nove mesi del 2017.

Il gruppo conferma gli obiettivi di crescita per l’intero 2018, già rivisti ad agosto, che prevedeono una crescita dell'utile di almeno il 20%.

 

IGD ha fornito anche le linee guida del piano strategico per il triennio 2019/2021. Dopo 4 anni di crescita guidata in buona parte da nuove aperture e acquisizioni, la società dedicherà il prossimo triennio al consolidamento del ruolo di leadership dei centri e al rafforzamento patrimoniale, senza ulteriori acquisizioni. A livello finanziario i ricavi lordi da attività locativa sono previsti in crescita a un tasso medio annuo di circa +2%, mentre il risultato ricorrente (Funds From Operations - FFO) è pari a circa +3% medio annuo. IGD ha confermato l’obiettivo di offrire un dividendo attraente e sostenibile nel tempo.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: igd , terzo trimestre 2018

Guide Lavoro

Cos'è e come funziona Inarcassa

Inarcassa è la cassa nazionale di previdenza ed assistenza per ingegneri e architetti che svolgono la loro attività come liberi professionisti e non godono di altra copertura assicurativa

da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »