NAVIGA IL SITO

Giornata di Grecia e dividendi

La vittoria del fronte europeista alle elezioni greche rappresenta una buona notizia per i mercati. A Piazza Affari dividendi di A2A, Enel, Exor, IntesaSanpaolo, Parmalat e Terna

di Mauro Introzzi 18 giu 2012 ore 07:53
Dopo la vittoria di Nuova Democrazia alle elezioni greche gli addetti ai lavori si aspettano una certa stabilità sui mercati finanziari. Il partito di centro destra che ha ottenuto più del 30% dei consensi ed otterrà un bonus da 50 deputati, si coalizzerà con i socialisti del Pasok per la creazione di una coalizione che avrebbe così la maggioranza assoluta nel Parlamento ellenico.

La coalizione sarà a favore dell'austerity imposta da Unione Europea, Banca Centrale Europea e Fondo Monetario Internazionale, necessaria per stare in Europa e dovrebbero piacere ai mercati finanziari. Syriza, il partito della sinistra radicale che si batteva contro il patto di austerità proposto dall'Unione Europea sarà all'opposizione.
Nel frattempo i leader europei sembrano concordi nel ritenere adeguata una dilazione del piano di rientro per i greci.

Positive le primi reazioni dei mercati, con le principali borse asiatiche in crescita generalizzata.

A Piazza Affari oggi è giorni di dividendi (Dividendi 2012: gli stacchi di lunedì 18 giugno). Dopo la tornata dello scorso maggio quella di oggi rappresenta un’altra giornata importante sotto questo fronte. Tra i titoli del Ftse Mib staccano la cedola A2A, Enel, Exor, IntesaSanpaolo, Parmalat e Terna.

Seduta importante anche per Eni.
Venerdì il gruppo ha formalizzato il contratto per la cessione del 30% meno un’azione di Snam a Cassa Depositi e Prestiti. L’accordo prevede un prezzo fisso per azione Snam pari a 3,47 euro e il closing dell'operazione potrà essere realizzato a partire dal 15 ottobre prossimo, a condizione che si verifichino talune condizioni sospensive tra le quali, principalmente, l'ottenimento dell'autorizzazione antitrust.

Occhi puntati anche su RcsMediagroup
. Venerdì il board ha preso atto del proseguimento delle negoziazioni in esclusiva con il gruppo francese Gallimard relativamente alla cessione del gruppo editoriale Flammarion, seppure, allo stato, non sia possibile formulare indicazioni precise circa le condizioni ed i valori. Il consiglio d’amministrazione ha poi analizzato i dati sulla raccolta pubblicitaria e infine ha preso atto dell’aggiornamento circa le azioni di intervento sui costi, avviate nel 2012 sia in Italia sia in Spagna, che permetteranno di raggiungere l’obiettivo previsto di benefici per complessivi 70 milioni rispetto al 2011.

L’assemblea del Credito Valtellinese ha approvato il progetto di fusione per incorporazione di Credito Artigiano in Credito Valtellinese
, sulla base del rapporto di cambio di 0,7 azioni ordinarie Credito Valtellinese di nuova emissione per ogni azione ordinaria Credito Artigiano. L'Assemblea ha conseguentemente approvato un aumento del capitale sociale da 1,3 miliardi.

La chiusura dello scorso venerdì ha visto Wall Street archiviare la seduta con i principali indici sui massimi di giornata
. Il Nasdaq ha registrato un progresso dell'1,29% a 2.873 punti, mentre il Dow Jones ha archiviato la giornata in crescita dello 0,91% a quota 12.767 punti. Bene anche lo Standard & Poor's 500 (+1,03% a quota 1.343 punti).
L'oro ha chiuso la settimana a 1.624 dollari l'oncia mentre il petrolio si è fermato a 84,96 dollari al barile.
Tutte le ultime su: crisi grecia , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.