NAVIGA IL SITO

Geox, richieste boom

Dagli investitori retail è arrivata una domanda di titoli pari a 3,5 volte le 16,2 milioni di azioni offerte dall’azienda. Addirittura gli investitori istituzionali hanno richiesto titoli pari 11-12 volte il quantitativo offerto da Geox, che per gli istituzionali ammontava 48,8 milioni di azioni. Il prezzo unitario delle azioni è stato fissato a 4,6 euro, determinando una capitalizzazione dell'azienda di 1,19 miliardi di euro.

di La redazione di Soldionline 15 dic 2004 ore 15:09

Si è conclusa con una richiesta di titoli decisamente elevata l'operazione pubblica di vendita e sottoscrizione delle azioni Geox.
Dalla società guidata da Mario Moretti Polegato hanno fatto sapere che dagli investitori retail è arrivata una domanda di titoli pari a 3,5 volte le 16,2 milioni di azioni offerte dall'azienda. Addirittura gli investitori istituzionali hanno richiesto titoli pari 11-12 volte il quantitativo offerto da Geox, che per gli istituzionali ammontava 48,8 milioni di azioni. Secondo quanto riferito dalla società, l'offerta di titoli si era esaurita solo dopo tre giorni di offerta. Tuttavia, va precisato che l'OPVS di Geox è durata ben 10 giorni, rispetto ai normali cinque dei più recenti collocamenti.

Inoltre, la richiesta degli investitori istituzionali è stata effettuata a prezzi che si collocano nella parte superiore della forchetta di prezzo (3,6-4,8 euro) fissata dalla società all'inizio del collocamento. Questo ha convinto i manager di Geox a stabilire a 4,6 euro per azione il prezzo delle azioni del gruppo.
A questo livello di prezzo, la capitalizzazione di Geox al collocamento si attesterà a 1,19 miliardi di euro.
A livello finanziario-patrimoniale il rapporto prezzo/utili 2003 (p/e) si colloca vicino a 39, un valore superiore al p/e medio del 2003 registrato dai principali concorrenti, ma che sconta, comunque, previsioni di crescita superiori. Nel caso in cui venissero confermate le stime anticipate da Geox, questo rapporto potrebbe scendere anche velocemente.
Il rapporto tra Enterprise value (calcolato come la somma tra capitalizzazione societaria post offerta e la posizione finanziaria netta che dovrebbe risultare dopo la quotazione) ed Ebitda 2003 si dovrebbe attestare intorno a 24, mentre il rapporto EV/Ebit dovrebbe essere di poco superiore a 30. Anche in questo caso le cifre sono superiori rispetto a quelle dei principali competitors.

L'operazione di collocamento ha portato nelle casse di Geox poco meno di 40 milioni di euro (al lordo dei costi di quotazione), che andranno a coprire i 40 milioni di debiti che la società evidenziava a fine settembre.

Ultimo particolare, ma non meno importante, con l'operazione di quotazione, LIR, la holding controllata per l'85% da Mario Moretti Polegato, ha messo sul mercato 56,5 milioni di azioni, pari al 22,5% dell'attuale quota in Geox. Al prezzo di offerta fissato a 4,6 euro per azione, la quota messa in vendita da LIR è stata valorizzata 260 milioni di euro.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 1° dicembre, quando la società farà il suo debutto ufficiale a Piazza Affari.


Torna alla pagina delle IPO

Tutte le ultime su: IPO
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »