NAVIGA IL SITO

Generali, confermati i target al 2021

La compagnia ha confermato la crescita degli utili per azione tra il 6% e l’8% nel periodo compreso tra il 2018 e il 2021 e la politica dei dividendi per il triennio 2019/2021

di Redazione Soldionline 18 nov 2020 ore 11:30

generali-torreGenerali ha confermato i target finanziari al 2021.

Il management del colosso assicurativo ha evidenziato che le premesse alla base del piano triennale si sono confermate ancora più valide alla luce dei trend attuali.

La compagnia ha confermato la crescita degli utili per azione tra il 6% e l’8% nel periodo compreso tra il 2018 e il 2021 e la politica dei dividendi per il triennio 2019/2021, che prevede un payout ratio tra il 55% e il 65%.

 

Generali, confermati gli obiettivi del piano

Il management ella compagnia assicuativa ha evienziato che le premesse alla base del piano triennale si sono confermate ancora più valide alla luce dei trend attuali.

In particolare, Generali ha segnalato che la raccolta si è dimostrata resiliente, nonostante la turbolenza dei mercati, mentre la strategia dell’asset management sta assicurando una maggiore diversificazione delle fonti di utile; la posizione finanziaria resta solida, con forti riserve di capitale e significative rimesse di cassa.

Il management ha segnalato che Generali è ben posizionata per cogliere opportunità di crescita profittevole nel segmento Vita e nella previdenza complementare, in uno scenario in cui la domanda in questo settore aumenta con l’invecchiamento della popolazione, rappresentando un’opportunità unica per l’offerta di prodotti pensionistici.

 

Piano Generali 2021, target finanziari e politica dei dividendi

Il Leone di Trieste ha ribadito l’impegno a far crescere i profitti, con un target del tasso annuo composto di crescita degli utili per azione compreso tra il 6% e l’8%, nel periodo compreso tra il 2018 e il 2021.

Generali ha ribadito la politica dei dividendi e prevede di distribuire in cedole (il cosiddetto payout ratio) una quota compresa tra il 55% e il 65%, con dividendi comunicati tra i 4,5 e i 5 miliardi di euro nel triennio 2019/2021.

Il colosso assicurativo ha segnalato che il ROE (Return on Equity, ossia il rendimento del capitale) del 2019 e quello atteso per il 2021 sono superiori all’11,5%, mentre quello relativo all’esercizio in corso sarà impattato dal Covid-19 e da oneri non ricorrenti.

Generali ha segnalato che la riduzione del debito finanziario si attesta a 1,9 miliardi di euro, collocandosi al livello più alto della forchetta del target di Generali 2021, con un anno di anticipo rispetto al piano, mentre l’obiettivo di riduzione della spesa lorda per interessi è stato superato con un anno di anticipo, con una riduzione attesa degli oneri per interessi pari a 200 milioni nel 2021. Anche L’obiettivo di un flusso di cassa netto per la holding, pari a 7 miliardi di euro, è stato raggiunto in anticipo rispetto a quanto da Generali 2021.

 

Generali, confermato il piano di investimenti

Generali ha accelerato la trasformazione del proprio business, che sta incrementando ulteriormente la profittabilità, confermando investimenti strategici per un miliardo di euro.

Il management ha aggiunto che l’obiettivo di riduzione dei costi per un ammontare di 200 milioni di euro è stato raggiunto in anticipo grazie all’esecuzione disciplinata di iniziative di risparmio e trasformazione. Inoltre, nel 2021 Generali consoliderà nuove modalità di lavoro e ottimizzerà ulteriormente i servizi esterni conseguendo risparmi per ulteriori 100 milioni, con una riduzione complessiva delle spese pari a 300 milioni di euro.

 

Generali, focus sull’Asset Management

Il management ha segnalato che l'esecuzione della strategia del segmento Asset Management ha contribuito positivamente al raggiungimento degli obiettivi delineati nel piano strategico Generali 2021.

Di conseguenza, gli obiettivi per questo segmento di mercato sono stati confermati. Il risultato netto del segmento è atteso a circa 350 milioni di euro nel 2020, con un target a 400 milioni di euro nell’esercizio successivo. Il margine operativo del segmento per il 2020 si attesta al 52% e sarà superiore al 45% il prossimo anno.

L'ambizione di lungo termine è quella di posizionare Generali tra le prime 5 multi-boutique al mondo per risultato netto.

 

Generali, le indicazioni dalla conference call

Nel corso della conference call a commento delle indicazioni dei target al 2021, l’amministratore delegato di Generali, Philippe Donnet, ha precisato che la compagnia è pronta a pagare la seconda tranche del dividendo relativo all’esercizio 2019 non appena avrà ottenuto l’autorizzazione dall’IVASS, l’istituto per la vigilanza sulle assicurazioni.

Il general manager, Frederic de Courtois, ha segnalato che la compagnia dispone di risorse per 2,5 miliardi di euro da destinare a eventuali acquisizioni.

Tutte le ultime su: generali
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »