NAVIGA IL SITO

Generali, alta tensione sulla governance. Non c’è accordo sul sostituto di Caltagirone (Corriere della Sera)

di Redazione Lapenna del Web 8 giu 2022 ore 07:42 Le news sul tuo Smartphone

generali_2Il management di Generali non ha ancora trovato un accordo su chi dovrà sostituire Francesco Gaetano Caltagirone dopo le sue dimissioni. Lo scrive Daniele Polizzi sul Corriere della Sera. Il consiglio del Leone ha però “raggiunto un’intesa sui comitati, tassello chiave nella governance della compagnia”, sottolinea il giornalista, notando come quest’ultimo fatto va favore delle minoranze.

Per quanto riguarda la sostituzione nel board, non è andata a segno la candidatura Roberta Neri, l’ex ceo dell’Enav, prima dei non eletti della lista caltagirone. È stata la stessa Neri a fare un passo indietro, quando ormai era chiaro che sulla sua figura non si sarebbe trovata l’intesa. “Nell’ordine della lista di minoranza c’è Claudio Costamagna - si legge ancora sul quotidiano - che però dovrà dare la sua disponibilità”. La nomina del consigliere successivo tuttavia non è un automatismo previsto dallo statuto.

C’è invece la disponibilità di Marina Brogi e Flavio Cattaneo a far parte dei comitati, “ma solo a partire da quando il board coopterà il nuovo consigliere”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: generali