NAVIGA IL SITO

Gefran i conti del 2018 e il dividendo 2019

di Mauro Introzzi 14 mar 2019 ore 13:39 Le news sul tuo Smartphone

gefran-logoGefran ha chiuso il 2018 con ricavi pari a 135,6 milioni di euro, in crescita di 6,9 milioni di euro (il 5,4%) rispetto ai 128,6 milioni di euro dello stesso periodo del 2017. Il margine operativo lordo ha toccato i 20,1 milioni di euro, dai 19 milioni del 2017, mentre il risultato operativo è stato positivo per 13,7 milioni di euro dagli 11,1 milioni di euro dell'anno precedente.

Il 2018 di Gefran si è così chiuso con un risultato netto positivo pari a 8,2 milioni di euro, che si confronta con un risultato positivo di 6,9 milioni di euro dell’esercizio 2017, rilevando una crescita di 1,3 milioni.

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2018 era negativa e pari a 4,5 milioni di euro, allineata al valore registrato a fine 2017, quando risultata negativa per 4,8 milioni di euro.

Sulla base di questi conti il consiglio di amministrazione di Gefran ha deciso di proporre all'assemblea lo stacco di un dividendo 2019, sui conti 2018, di 0,32 euro per ogni azione. Se approvata dall'assemblea la cedola sarà pagata a partire dal 15 maggio 2019, con stacco della cedola fissato per il 13 maggio 2019.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: gefran , dividendi , bilanci 2018

Guide Lavoro

Il contratto di lavoro a chiamata

Il contratto di lavoro a chiamata consente di svolgere lavoro a intermittenza (job on call, in inglese). Tramite questo contratto, il datore di lavoro può ricorrere a lavoratori per brevi periodi di tempo in cui ha particolari necessità

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »