NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Fincantieri, 12 anni al 51% in Stx (MF)

Fincantieri, 12 anni al 51% in Stx (MF)

di Mauro Introzzi 28 set 2017 ore 07:09 Le news sul tuo Smartphone

fincantieri-logoIl quotidiano finanziario descrive l’accordo concluso dal presidente francese Emmanuel Macron e il premier italiano Paolo Gentiloni sull’ingresso di Fincantieri nel capitale di Stx. Il gruppo italiano avrà il 50% delle azioni dei cantieri transalpini e un ulteriore 1% in prestito dallo Stato francese per 12 anni.

Secondo quanto scrive MF in cambio di questo prestito con diritto di ritorno, l’Eliseo ha imposto incontri periodici (dopo 2, 5 o 8 anni) per verificare l’andamento della società. E in caso di inadempimento sugli impegni industriali da parte del socio italiano, la Francia potrà riprendersi il suo 1%, lasciando Fincantieri libera di rivendergli il 50%.

Il quotidiano spiega anche chi saranno gli altri azionisti: il restante 49% è suddiviso tra Stato francese (34,34%) e Naval Group (10%). Un altro 5,66% è attribuito a dipendenti di Stx (per il 2%) e un raggruppamento di aziende locali (per un 3,66%), che però potrebbero decidere diversamente lasciando la quota a Naval Group, che si porterebbe al 15,66%.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: fincantieri Quotazioni: FINCANTIERI
da

SoldieLavoro

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Per legge italiana è il lavoro agile. Per quasi tutti è lavorare da casa. Vediamo cos'è lo smart working, il modo di lavorare che può cambiare la vita Continua »

da

ABCRisparmio

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Nella dichiarazione dei redditi è possibile detrarre le spese per istruzione. Tra queste ci sono quelle per l'asilo, le scuole e l'università. Continua »