NAVIGA IL SITO

EXOR, balzo dell'utile semestrale

La holding EXOR ha comunicato di aver chiuso il primo semestre 2013 con un utile consolidato di 1,67 miliardi di euro, in grandissimo incremento rispetto all'utile di 168,3 milioni di euro dello stesso periodo del 2012

di Mauro Introzzi 29 ago 2013 ore 14:20
La holding EXOR ha comunicato di aver chiuso il primo semestre 2013 con un utile consolidato di 1,67 miliardi di euro, in grandissimo incremento rispetto all'utile di 168,3 milioni di euro dello stesso periodo del 2012.
La variazione positiva, pari a 1,5 miliardi di euro, deriva dall'incremento delle plusvalenze nette realizzate nel semestre (che riflette essenzialmente la cessione dell'intera partecipazione SGS per 1,53 miliardi di euro) e da altre variazioni nette negative per 7,8 milioni.

Al 30 giugno il Net Asset Value (NAV - Valore netto delle attività) era pari a 8,53 miliardi di euro
, in salita di 913 milioni rispetto al dato del 31 dicembre 2012 (pari a 7,62 miliardi di euro.

A fine semestre il patrimonio netto consolidato attribuibile ai soci della controllante era pari a 6,19 miliardi di euro, con un incremento netto di 23,3 milioni di euro rispetto al dato di fine 2012 (pari a 6,17 miliardi milioni di euro).
A fine giugno, infine, il saldo della posizione finanziaria netta consolidata del sistema holdings era positivo per 1,39 miliardi di euro, ed evidenziava una variazione positiva di 1,91 miliardi di euro rispetto al saldo negativo di 525,9 milioni di fine 2012.
Anche sotto questo aspetto EXOR ha beneficiato della cessione dell'intera partecipazione in SGS per un controvalore netto di poco più di 2 miliardi di euro.
Tutte le ultime su: exor , primo semestre 2013
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.